SHARE

stoc boruss

Il BVB fa pesare l’enorme divario tecnico che lo separa dallo Stoccarda e porta a casa la terza vittoria consecutiva concedendo però sempre qualcosa di troppo all’attacco avversario. In ogni caso una vittoria convincente, che fa ben sperare in vista dell’imminente scontro con la Juventus in Champions. 

Più cuore che testa- Il BVB parte subito bene provando a tenere il pallino del gioco, ma i padroni di casa difendono in maniera gagliarda, raddoppiando sistematicamente sui top player avversari. Aubameyang si dimostra subito tra i più pericolosi, andando in gol (anche se in fuorigioco) e propiziando occasioni per Kampl e Kagawa. Proprio il giapponese è tra i più attivi ed è proprio dai suoi piedi che si avvia l’azione che sblocca il match: l’ex United è protagonista di una percussione centrale in staffetta con Reus mandando la palla, quasi casualmente, sui piedi di Aubameyang che fredda Ullreich. Il vantaggio Dortmund dura solo 10 minuti, dato che le proverbiali disattenzioni difensive si palesano ancora una volta. Harnik viene abbattuto in area di rigore e Klein dal dischetto riporta subito il risultato sul pari. Il Borussia non si arrende continuando con il suo giro palla, ma se dalle fasce non si sfonda è centralmente che la difesa dello Stoccarda è più vulnerabile. Reus svaria per tutto il campo e tocca ancora a Kagawa rifinire per gli inserimenti dei centrocampisti. Stavolta la palla finisce tra i piedi di Gundogan, ma il risultato non è differente: la palla si insacca ed il Borussia può andare al riposo in vantaggio.

Tutto sotto controllo- La ripresa è l’esatto contrario della prima frazione di gioco. Possesso palla frammentato da parte degli ospiti, Stoccarda mai pericoloso e noia che avvolge gli spettatori per buona parte dei 45′. Il Borussia prova talvolta ad essere pericoloso su rapide verticalizzazioni, ma i tagli di Kagawa e Reus arrivano con frazioni di secondo di ritardo terminando in fuorigioco. Spesso gli scambi sulla trequarti sono spettacolari, ma manca sempre la cattiveria sotto porta per chiudere definitivamente il match. I padroni di casa sono quasi rassegnati e, non riuscendo a fare gol per pareggiare decidono di farselo da soli: Baumgartl serve Reus che salta il portiere e mette la partita in ghiaccio. Quando tutto sembra ormai deciso, Lo Stoccarda dà un ultimo segno di vita battendo il secondo corner della partita e segnando la seconda rete con Niedermeier.. E’ troppo tardi però per sperare nella rimonta ed il Borussia può festeggiare la terza vittoria consecutiva.

Stoccarda-Borussia Dortmund 2-3 (25′ Aubameyang, 32′ Klein, 39′ Gundogan, 88′ Reus, 91′ Niedermeier)

Stoccarda (4-4-2) Ullreich 6.5, Sakai 5.4, Niedermeier 6, Baumgartl 5, Schwaab 5.5 (78′ Kostic sv), Hlousek 6(72′ Ibisevic 5.5), Serey Die 6, Gruezo 5 (56′ Leitner 6), Klein 6.5, Werner 5.5, Harnik 5.5

Borussia Dortmund (4-2-3-1) Weidenfeller 6, Schmelzer 6.5, Sokratis 6, Subotic 5.5, Piszczek 6, Gundogan 7, Sahin 6.5, Reus 7 (89′ Ginter sv), Kagawa 6.5 (69′ Blaszczykowski 6), Kampl 5.5 (46′ Mkhitaryan 5.5), Aubameyang 6.5

Il Migliore: Reus 7- Il gol è la ciliegina sulla torta per una partita da trascinatore. Quando lui è in campo ed è in giornata per gli avversari le cose si fanno davvero difficili.

SHARE