SHARE

trabzonapoli

Attraverso l’urna di Nyon, lo scorso 15 dicembre, il Napoli ha conosciuto il proprio avversario dei sedicesimi di finale di Europa League:il Trabzonspor. E’ la prima volta che la squadra partenopea incontra la compagine turca. Questo dettaglio non deve far pensare che fra le due tifoserie non ci sia qualche legame. Nonostante la distanza e le differenze culturali, i supporters di Trebisonda amano e sostengono la propria squadra con lo stesso calore e la stessa passione con cui i napoletani supportano gli azzurri. Ma questo non è l’unico collegamento fra le due realtà. Grazie a Facebook, due ragazzi, Alfio ed Erkan hanno avuto modo di conoscersi. Ve ne parlammo qui. Il primo vive ad Angri ed è tifoso del Napoli, l’altro è nativo di Trebisonda ed ama alla follia il Trabzonspor. Tra i due nasce subito una forte amicizia e fondano così la pagina facebook “Trabzonspor Kulubu (Italy)” che soprannomineranno “Trabzonapoli“. Alfio ed Erkan hanno raccontato la loro storia a pianetanapoli.it, esprimendo anche le loro sensazioni sull’imminente doppio scontro di Europa League.

Come vi siete conosciuti?

Alfio: Quattro anni fa ricordo che, dal nulla, me lo ritrovai (Erkan, ndr) tra gli amici di Facebook. Lui iniziò a contattarmi dicendo cose del tipo “forza Napoli” e non poteva far altro che farmi piacere. Col passare del tempo abbiamo stretto amicizia e abbiamo condiviso tanto riguardo le nostre passioni e le nostre culture

Erkan: Per spiegarlo dovrei fare una piccola parentesi. Dal 1998 amo il calcio italiano. Guardai giocare l’Italia nel mondiale e me ne innamorai. Nel 2000 quando gli azzurri persero gli Europei ai supplementari piansi. Conobbi prima il Napoli poi su una pagina trovai Alfio e lo aggiunsi su Facebook. Io gli ho mostrato di tutto su Trebisonda, lui mi ha fatto conoscere la splendida Napoli.

Già avevi sentito parlare del Trabzonspor/del Napoli?

A: Mah, credo solo vagamente. Nulla di più. Erkan mi ha insegnato tantissimo non solo sulla squadra di calcio ed i suoi tifosi ma anche sulle tradizioni della sua città.

E: Prima di conoscere Alfio già conoscevo il Napoli. Dal 2008 lo seguo e e col passare del tempo il mio idolo divenne Lavezzi. Napoli per me é la forma più internazionale di quello che chiamiamo calcio. Qui in Turchia si ha profondo rispetto per Napoli perché conosciamo l’affetto dei tifosi per la loro squadra.

Se dico 61 cosa vi viene in mente?

A: Se si potesse racchiudere la passione dei tifosi del Trabzonspor in due cifre sarebbero quelle che compongono il 61. Per chi non ne conosce il significato non voglio svelare nulla, dico solo che durante la sfida di Europa League dovranno stare attenti intorno al 61′.

E: Il 61 per noi è un numero imporntante. Indica il 1461, anno della presa di Trebisonda da parte dell’Impero Ottomano, siamo stati l’ultima città turca a cadere. Se qui da noi nomini il 61 dici tutto..per questo festeggiamo ogni volta, in ogni partita al minuto 61.  (I tifosi del Trabzonspor celebrano un’antica tradizione, che viene portata avanti in casa e in trasferta. Il minuto è sempre quello, il 61′, e i 25mila tifosi (spalti sempre gremiti) al 61′ di ogni partita si alzano in piedi. Il tifo si eccita perché lo stadio si accende, letteralmente. Cori, fuochi d’artificio, petardi e coreografie. E tantissimi fuochi e fumogeni. Questo accade a prescindere dal risultato e dalla gara. Nel 1461 ci fu la liberazione della città e la conquista da parte degli ottomani)

Com’è nata l’idea di creare la pagina “Trabzonapoli”?

A: Ci stavamo pensando da un po’ perché avevamo capito che, infondo, i napoletani non avevano poi tante differenze con gli abitanti di Trebisonda. Volevamo unire queste due culture così simili anche se distanti geograficamente. Allora, il 4 Luglio 2011 creammo la pagina Facebook partendo da zero. Attualmente conta un grosso numero di fan e questo non può farmi che piacere
E: Napoli e Trebisonda sono due città estremamente simili. A Trebisonda già conoscevano con piacere la realtà di Napoli con queste similitudini. Ma a Napoli invece? Non lo sapevamo per cui ci occorreva creare qualcosa per fare questa sorta di scambio culturale. Ora siamo a circa 3500 fan, un bel risultato!

Cosa avete pensato subito dopo il sorteggio di Europa League?

A: Era un sogno che si avverava. E’ chiaro che la mia passione é il Napoli prima di ogni altra cosa, però, é di certo un’occasione unica per vedere dal vivo i calciatori del Trabzonspor.

E: Ovviamente che vinceremo!!! A parte gli scherzi credo che il match sia come un’amichevole per me. Il Napoli é una squadra rapida che ha molta gamba, il Trabzonspor ha un buon gioco. Mehmet Ekici non giocherà il match purtroppo. Il Napoli mi piace ma non Benitez. Credo abbia acquistato solo giocatori spagnoli non utili alla causa del Napoli, l’unico napoletano in squadra é Insigne e questo mi rattrista. Spero Tutino possa giocare in prima squadra tra qualche anno.

Perché Trabzonspor-Napoli è il “match of friendship”?

A: Perché é una chance irripetibile che abbiamo. Il nostro sogno é che possa nascere una vera amicizia tra le due tifoserie, ma é chiaro che da soli non possiamo fare molto. Spero sia una festa di sport, di bel calcio e di amicizia.

E: Perché sono due popoli fin troppo simili. Sapete qual é la cosa che più ci lega? Proprio il calcio. A Trebisonda togli Dio e la religione subito dopo viene il Trabzonspor..a Napoli non é forse lo stesso? E’ una vera e propria fede!

Organizzerete qualcosa per la doppia sfida?

A: Di certo andrò a vedere la partita al San Paolo. Preparerò qualche cartellone ma non voglio svelare nulla a riguardo. Sto pensando di distribuire sciarpe del Napoli ai tifosi turchi fuori allo stadio ma ci stiamo ancora pensando.

E: Nel nostro piccolo faremo qualcosa. Spero che i napoletani accolgano a braccia aperte i tifosi del Trabzonspor.

Secondo voi chi passerà il turno?

A: Col cuore e con la mente dico il Napoli. Credo che gli azzurri siano tecnicamente superiori. L’unica insidia sarà il match d’andata in Turchia. L’Avni Aker é uno stadio veramente tosto. Che vinca il migliore!

E: Credo che la difesa del Napoli sia deboluccia, mi aspetto molti gol in questa doppia sfida. Il Napoli é molto molto forte, é superiore ma De Laurentiis dovrebbe capire che con qualche investimento in più potrebbe far diventare questa squadra un top club europeo. Voglio un Napoli forte, voglio che vinca la Champions 2016. Sogno troppo, lo so. Tutti qui aspettano il Napoli vincitore di qualcosa di importante, speriamo arrivi presto. Forza TrabzoNapoli!

SHARE