SHARE

Dybala

All’Olimpico di Roma, si affrontano nel pomeriggio di Serie A i padroni di casa della Lazio e il Palermo di Giuseppe Iachini. I biancocelesti hanno ripreso la corsa all’Europa che conta, proprio la scorsa settimana contro l’Udinese, e oggi vanno a caccia della vittoria per andare all’assalto del Napoli terzo. Ottimo campionato finora del Palermo, che con un successo potrebbe portarsi a ridosso proprio della Lazio, per cominciare a coltivare seriamente il sogno Europa League.

BOTTA E RISPOSTA – Dopo una primissima fase di studio, intorno al quarto d’ora, cominciano ad arrivare le prime conclusioni: apre le danze Dybala con un mancino affilato che impegna Marchetti; rispondono poi Candreva e Mauri con due conclusioni che costringono Sorrentino alle prime parate. Nella fase centrale la Lazio prende campo e conquista il pallino del gioco, ma proprio nel miglior momento subisce la rete dello 0-1 firmata dal solito Dybala al minuti 25: Mauricio regala il pallone a Quaison che mette in moto il piccolo bomber argentino, il quale solo davanti a Marchetti non sbaglia trovando il vantaggio. Il Palermo, caricato dall’1-0 attacca a testa bassa e sfiora dopo soli 60 secondi la rete del raddoppio ancora con il sinistro di Dybala che si spegne di poco alto. La gara si infiamma e al 33’ arriva il gol del pareggio biancoceleste, con Mauri, abile a risolvere una mischia sottomisura, a conclusione di un’azione prolungata. Nel finale è però ancora il Palermo a farsi vivo, con il sinistro tagliente di Lazaar che costringe Marchetti all’intervento. Termina così 1-1 un primo tempo spettacolare e ricco di occasioni.

CANDREVA SHOW – Avvio di ripresa a ritmi alti, con situazioni d’attacco create da ambo le parti, tra le quali spiccano i colpi di testa di Klose e Mauri, disinnescati rispettivamente da Sorrentino e da Vazquez sulla linea. Dall’ora di gioco in poi il Palermo lascia totalmente il gioco nelle mani della Lazio che crea occasioni da gol a grappoli. Al 70’ si accende Candreva, che dopo aver dribblato il diretto avversario, scarica il mancino ad un soffio dal palo destro. Due minuti dopo è ancora il numero 87 biancoceleste a mettersi in proprio, saltando un uomo e scaricando un destro violento parato da Sorrentino in qualche modo. Il Palermo non riesce più ad uscire a capitola al 78’: slalom speciale dell’inarrestabile Candreva, che entra in area e fulmina il portiere rosanero con un destro potente e preciso. Sulla seguente esultanza si fa anche male e lascia il campo a Onazi. Nel finale Iachini gioca tutte le sue carte, ma non riesce ad impensierire Marchetti. Termina quindi 2-1 per i biancocelesti che si candidano ad un piazzamento Champions.

TABELLINO E PAGELLE:

Lazio-Palermo 2-1 (25’ Dybala, 33’ Mauri, 78′ Candreva)

AMMONITI: Parolo, Maurici, Radu (L), Quaison, Jajalo, Barreto x2, Rispoli (P)

ESPULSI: Barreto (P)

Lazio (4-3-3): Marchetti 6,5; Cavanda 6, Mauricio 5, De Vrij 5,5, Radu 5,5; Cataldi 6,5, Biglia 5 (Ledesma 6), Parolo 6; Candreva 7,5 (Onazi sv), Klose 5,5 (Keita sv), Mauri 6,5. All.: Stefano Pioli

Palermo (3-5-2): Sorrentino 6,5; Terzi 5,5, Gonzalez 6, Andelkovic 5,5; Morganella 5,5 (Rispoli 5,5), Quaison 6 (Belotti sv), Jajalo 5, Barreto 5, Lazaar 6 (Daprelà 5,5); Vazquez 6, Dybala 6,5. All.: Giuseppe Iachini

IL MIGLIORE – Candreva 7,5: sempre e comunque l’uomo più pericoloso della Lazio. Dopo un primo tempo passato a fornire assist, nella ripresa si mette in proprio, portando a spasso la retroguardia palermitana a più riprese prima di trovare il gol personale che da i tre punti ai suoi.

I GOL:

0-1:
https://vine.co/v/OQnFu3pvTea
1-1:
https://vine.co/v/OQnPw5MVvOH

2-1:
https://vine.co/v/OQvbdtYwmPX

SHARE