SHARE

totti

Finisce 1-1 Verona-Roma: al Bentegodi i giallorossi partono bene passando in vantaggio con un gran gol di Totti. Dopo il pareggio scaligero però la squadra di Garcia palesa tutte le difficoltà già viste nelle ultime partite e non riesce a superare la difesa di Mandorlini. Grandi meriti al Verona ma i giallorossi si rivelano stanchi e senza idee.

JANKOVIC RISPONDE A TOTTI Al Bentegodi la Roma scende in campo con un solo obbiettivo: vincere per accorciare sulla Juventus capolista in vista dello scontro diretto di lunedì prossimo. L’inizio del match ne è sintomatico: i giallorossi prendono subito in mano il gioco e diventano presto i padroni del campo. Il Verona, su indicazione di Mandorlini, si chiude con la difesa molto bassa in modo da non dare spazio ai velocisti della Roma: Ljajic e Gervinho su tutti. Gli uomini di Garcia tengono in mano il pallino del gioco ma non riescono a sfondare: serve così un gioiello di Totti che dalla lunga distanza pesca il jolly ed infila Benussi. I padroni di casa non cambiano registro e continuano nella loro tattica: difesa bassa lasciando in mano alla Roma il ritmo di gioco e ripartenze veloci. Ed è proprio da una di queste che nasce l’angolo che vale il gol del pareggio: Jankovic colpisce di testa il corner di Hallfredsson, doppia deviazione di Astori e Keita e palla che si insacca alle spalle di un non reattivo De Sanctis. I giallorossi tornano a macinare gioco ma continuano a sbattere sul muro scaligero: ci prova così Ljajic su punizione ma la traversa gli nega la gioia del gol. Finisce così il primo tempo sul risultato di 1-1.

LA ROMA NON SFONDA Nel secondo tempo ci si aspetterebbe un Roma ancora più grintosa ed invece è il Verona che esce dalla propria roccaforte difensiva sulle ali dell’entusiasmo e sfiora il gol del vantaggio: Hallfredsson calcia a De Sanctis battuto ma sulla linea un salvataggio miracoloso di Torosidis tiene a galla i giallorossi. Garcia vede i suoi giocatori molto statici e si gioca così la carta Doumbia: l’ivoriano sostituisce il capitano giallorosso al centro dell’attacco. I minuti passano ma la partita non cambia e così l’allenatore francese manda in campo anche Verde che rileva uno spento Pjanic. Gli scaligeri però non cedono di un millimetro e più il tempo passa più la Roma palesa difficoltà nella costruzione del gioco. Finisce così 1-1 con i giallorossi che impattano sul pareggio per la terza volta consecutiva e vedono la Juventus scappare in cima alla classifica a +9.

TABELLINO VERONA-ROMA

Verona (4-3-3): Benussi 5,5; Pisano 6, Marquez 5,5, Moras 6, Brivio 6; Ionita 6 (dal 69° Greco 6), Tachtsidis 5,5, Hallfredsson 6,5; J. Gomez 5,5 (dal 83° Lazaros), Toni 6,5, Jankovic 6,5 (dal 69° Obbadi 6). All.: Mandorlini.

Roma (4-3-3): De Sanctis 5,5; Florenzi 5,5 (dal 40° Torosidis 6,5), Manolas 6, Astori 5,5, Cole 6; Nainggolan 6,5, Keita 6, Pjanic 5,5 (dal 83° Verde); Ljajic 6, Totti 6,5 (dal 65° Doumbia 5,5), Gervinho 5,5. All.: Garcia.

Il migliore, Hallfredsson 6,5: Probabilmente oggi il migliore è stato l’allenatore scaligero Andrea Mandorlini: il Verona ha giocato una partita tatticamente perfetta, attenta in difesa e pronta a ripartire. In campo il premio va ad Hallfredsson giocatore che incarna in maniera perfetta lo spirito del suo allenatore. Sempre pronto a lottare in fase difensiva ma anche capace di far ripartire con ordine la squadra.

Ammoniti: Jankovic (V); Cole (R); J.Gomez (V); Manolas (R); Nainggolan (R)

Marcatori: 26° Totti; 38° Jankovic

Arbitro: Gervasoni

Video dei gol Verona-Roma:

Totti da fuori

https://vine.co/v/OQnFKJ9B7xW

Jankovic di testa con le deviazioni di Astori e Keita

https://vine.co/v/OQn2WXnlP2u

 

SHARE