SHARE
Brescia - Pro Vercelli

Andrea Caracciolo, attaccante del Brescia, dovrà comparire in tribunale il prossimo 10 aprile per rispondere alle accuse di oltraggio a pubblico ufficiale. Tutto è nato quando un anno e mezzo fa, il 26 magio 2013, il giocatore apostrofò in malo modo il vice questore di Livorno al fischio finale della semifinale play-off fra la squadra del capoluogo toscano e le Rondinelle.

CHE FA, CONCILIA? – Secondo l’accusa Caracciolo inveì contro l’ufficiale “offendendone il prestigio e l’onore”. Da qui una prima sentenza sfavorevole al giocatore, che è stato condannato nei mesi scorsi a pagare un risarcimento di 7500 euro in 25 rate mensili ognuna di 300 euro.

NON CI STO – Caracciolo ha presentato ricorso contro il provvedimento emesso dal Tribunale di Livorno ed ora è stato convocato in aula per dire la sua ed avvalersi delle testimonianze di compagni di squadra, giornalisti e dirigenti presenti ai tempi.

SHARE