SHARE

tottenham

 

I fatti di Roma hanno fatto il giro del globo. Le tristi immagini di Piazza di Spagna ridotta ad una discarica e i seguenti danni riportati dalla Barcaccia del Bernini non potuto non sconvolgere l’opinione pubblica italiana e non riguardo il problema dei tifosi facinorosi. Al fine di salvaguardare i propri interessi e quelli dei propri tifosi, nonché prendendo le debite distanze da fatti atti a destabilizzare, il Tottenham ha emesso il proprio comunicato stampa comprendente tutte le info per i supporters degli Spurs che affronteranno la trasferta di Firenze di giovedì di Europa League.

COMUNICATO UFFICIALE TOTTENHAM Il Tottenham ha riservato un intero paragrafo alle norme comportamentali in terra straniera, ricordando a tutti come il rispetto della città, in questo caso di Firenze (fonte Violanews) “La bellissima città di Firenze non ha bisogno di presentazioni, con le sue attrazioni storiche, tra cui il Ponte Vecchio, il Duomo e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Si prega di essere consapevoli del fatto che è severamente proibito bere per le strade di Firenze e che ciò può portare all’arresto. La polizia italiana e le autorità locali ci hanno informato che il centro di Firenze sarà oggetto di uno stretto controllo da parte della polizia. Bandiere e striscioni sono i benvenuti e saranno controllati prima dell’ingresso. Come sempre, si prega di notare che le bandiere di natura religiosa, confessionale, politica non saranno consentite ed accettate e potranno essere confiscate. Si prega di rispettare questa richiesta”. 

Continua poi il comunicato del TottenhamIl club è giustamente orgoglioso del buon comportamento dei nostri tifosi durante le precedenti trasferte europee e vi chiediamo di mantenere questa caratteristica rispettando i servizi locali e le culture. Si prega di non inserire bandiere o banner su statue locali o monumenti storici e architettonici in quanto potrebbero offendere gli abitanti locali. Infine, ricordate che siete ambasciatori del club e  di conseguenza, vi chiediamo di comportarvi in modo rispettoso durante tutta la durata del viaggio”.

 

Stefano Mastini

SHARE