SHARE

calhanoglu

Il Bayer Leverkusen fa lo scherzetto all’Atletico Madrid nell’ottavo di finale di Champions League disputatosi in Germania. Le “aspirine” sfornano una prestazione super e battono i vice-campioni d’Europa grazie ad un eurogol del gioiellino turco Hakan Calhanoglu, festeggiando sulle note di Just can’t get enough assieme all’entusiasta pubblico di casa. Nella gara di ritorno all’undici di Simeone, privo di Godin e Tiago, servirà un’impresa.

MEGLIO LE ASPIRINE- A sorpresa sono i padroni di casa a menare le danze nella prima parte di gara, giocando a viso aperto e senza il minimo timore reverenziale. Dopo sette minuti è Lars Bender ad avere una buona chance, ma il suo tiro dal limite al termine di una ripartenza finisce abbondantemente a lato. I tedeschi pressano e ripartono senza sosta, andando nuovamente vicini al vantaggio con Drmic, Wendell e, soprattutto, Spahic. Proprio il bosniaco a metà ripresa scaglia un gran tiro dalla distanza che fa vibrare la traversa della porta difesa da Moyà. Solo nell’ultimo quarto d’ora la squadra di Simeone (costretto a due cambi per gli infortuni di Siqueira e Saul) riesce a mettere il naso oltre la sua metà campo, impensierendo il bravissimo Leno con Griezmann e soprattutto Tiago, che nell’ultimo minuto di recupero chiama il giovane portiere del Bayer al super intervento.

CALHANOGOL- La ripresa comincia come era cominciata la prima frazione, con i rossi in avanti senza paura e l’Atletico rintanato nella sua metà campo. A differenza del primo tempo, però, l’undici di Simeone non tiene e al 54′ va sotto. Insistita azione di Bellarabi, appoggio di suola per Calhanoglu che con una giocata bella quanto rapida si porta la palla sul destro e scaglia un tiro sotto la traversa da applausi. Il Cholo prova a scuotere i suoi inserendo Torres al posto di Arda Turan, ma il Bayer non si limita ad amministrare e continua a mettere in difficoltà i madrileni con i suoi giovani, tecnici e irriverenti. Al 73′ Drmic sfiora il raddoppio al termine di una ripartenza, mentre due minuti dopo Tiago non riesce a frenare il suo impeto e rimedia il secondo giallo effettuando un entrata sciocca a centrocampo su Bellarabi. La superiorità numerica carica ulteriormente il Leverkusen, ma il colpo del ko non arriva. Ai colchoneros, il prossimo 17 marzo, servirà un’impresa per ribaltare la il risultato maturato alla BayArena viste le precarie condizioni fisiche di molti suoi titolari e le assenze sicure di Godin e Tiago per squalifica.

Tabellino

Bayer Leverkusen-Atletico Madrid 1-0 54′ Calhanoglu

BAYER LEVERKUSEN (4-2-3-1):  Leno 6,5; Hilbert 6, Spahic 7, Papadopoulos 6,5, Wendell 6; Bender 6 (67′ Rolfes 6), Castro 6,5; Calhanoglu 7,5 (87′ Brandt), Son 6,5, Bellarabi 7; Drmic 6 (79′ Kießling sv) All. Schmidt.
ATLETICO MADRID (4-4-2): Moyà 5,5; Juanfran 6, Godin 5,5, Miranda 6, Siqueira 5,5 (38′ Gamez 5,5); Arda Turan 5,5 (63′ Torres 5,5), Gabi 5,5, Tiago 4,5, Saul Niguez 5,5 (41′ Raùl Garcia 5,5); Mandzukic 5, Griezmann 5. All. Simeone.

Ammoniti: Papadopoulos, Godin, Bender, Castro, Gamez

Espulso: Tiago (doppia ammonizione)

Man of the match: Calhanoglu

Il folletto turco classe ’94 fa ammattire la retroguardia di Simeone, mettendo in mostra tutto il suo repertorio fatto di rapidità, personalità ed estro. Il gol, poi, è una perla che potrebbe regalare al Bayer un traguardo che manca da anni.

54′. Calhanoglu porta in vantaggio i suoi con uno splendido destro.

https://vine.co/v/O2m1313OMHV

SHARE