SHARE

guarin

Un missile terre aria di Guarin a tempo scaduto decide il match di San Siro in favore dei nerazzurri, che eliminano il Celtic e approdano agli ottavi di finale di Europa League. Dopo un ottimo avvio da parte degli ospiti, l’Inter prende in mano le redini del match ma trova sulla sua strada un insuperabile Gordon. Dopo l’espulsione di Van Dijk gli uomini di Mancini controllano senza problemi il match, fino al capolavoro balistico del colombiano, ciliegina sulla torta di una serata  positiva.

RITMO, CELTIC E ROSSO – Pronti via e il ritmo della partita è già alle stelle. Sulla scia del pirotecnico 3-3 dell’andata, la sfida di ritorno non vuole assolutamente essere da meno, con tante azioni da gol fin dalle primissime battute. E’ il Celtic la squadra più pimpante, da subito pericolosa sugli esterni e con rapide combinazioni al limite dell’area. La prima grande occasione del match è proprio per gli ospiti, provvidenziale Carrizo in uscita su Mackay-Steven.  L’Inter risponde con uno dei suoi uomini più in forma, gran conclusione col mancino di Guarin dai 25 mt di poco sul fondo. Al 35’ arriva l’episodio che indirizza nettamente la partita, grandissima ingenuità del centrale Van Dijk che già ammonito, atterra Icardi e si vede sventolare il rosso dall’arbitro Kruzliak. Al 43’ l’occasione migliore per i nerazzurri, ennesima azione avvolgente dei padroni di casa conclusa con un sinistro di i D’Ambrosio sul quale si esalta Gordon.

GESTIONE NERAZZURRA, SUPER GORDON – In avvio di ripresa la squadra di Mancini schiaccia il Celtic nella sua metà campo, occasionissima al 55’ per Icardi, imbeccato da un ottimo filtrante di Guarin, ma è ancora insuperabile l’estremo difensore scozzese. Nella fase centrale della ripresa i nerazzurri sfruttano l’uomo in più, allargando il gioco e facendo spendere molte energie agli scozzesi, che non riescono mai ad affacciarsi nell’altra metà campo. A 10 minuti dalla fine Mancini decide di operare un doppio cambio, inserendo Kovacic e Campagnaro, rispettivamente per Hernanes e D’Ambrosio, nettamente calati rispetto al primo tempo.

LA BOMBA GUARO – Dopo le tante occasioni fallite, all’88’ i nerazzurri passano finalmente in vantaggio: break dalla sinistra di Santon che si accentra e serve Guarin, il colombiano calcia una bomba dai 25 mt che spacca la porta di Gordon e fa volare i suoi agli ottavi di finale

Tabellino e Pagelle

Inter-Celtic Glasgow 1-0 (90′ Guarin (I))

INTER (4-3-1-2): Carrizo 6,5; D’Ambrosio 5,5 (dal 80’) Campagnaro, Ranocchia 6, Jesus 6, Santon 6,5; Guarin 7,5, Medel 6, Hernanes 5,5 (dal 80’) Kovacic; Shaqiri 6,5; Icardi 6, Palacio 6,5. Allenatore: Roberto Mancini.

CELTIC GLASGOW – (4-2-3-1): Gordon 6,5; Matthews 6, Denayer 6, Van Dijk 5, Izaguirre 6; Biton, Brown 6,5; Armstrong 6, Johansen 6,5, Mackay-Steven 6(dal 40’) Ambrose 5,5; Guidetti 5,5 (dal 59’) Forrest. Allenatore: Ronny Deila.

AMMONITI: D’Ambrosio (I), Izaguirre (C), Gordon (C), Guarin (I)

ESPULSI: Van Dijk

Il missile di Guarin 

https://vine.co/v/O25UFztiQru

SHARE