SHARE

manchester united-sunderland-1

Tutto pronto per Manchester United-Sunderland, valevole per la 27° giornata di Premier League annata 2014/15. Van Gaal ritrova Falcao dall’inizio con dietro a supporto Rooney e Di Maria. I Red Devils proveranno a puntare al colpo grosso per tentare il sorpasso in classifica ai danni dell’Arsenal. Dall’altra parte Poyet schiera un compatto 4-3-3 con il solo Defoe in avanti che dovrà impensierire la retroguardia capeggiata da Smalling e Evans. Tanti assenti di livello tra le file dello United, Van Persie out, dall’inizio ritornano Valencia, Smalling, Evans, Young e Falcao. Il Sunderland naviga a vista in Premier League, i 3 punti di vantaggio nei confronti del QPR e, rispettivamente, della zona retrocessione potrebbero però essere un buon motivo per non farsi troppo intimorire dai Red Devils. Van Gaal non dovrà farsi sfuggire l’occasione di rimanere nei piani alti della classifica d’oltremanica anche, e soprattutto, prendendo in considerazione gli scontri diretti delle avversarie, con il Southampton impiegato sul campo del West Bromwich, mentre il Liverpool è chiamato all’impresa tra le mura amiche di Anfield per battere il Manchester City formato Pellegrini.  

CRONACA Partenza arrembante del Sunderland, Wickham è un fulmine e approfitta di un’indecisione della difesa dei Red Devils, fendente di prima intenzione il suo che De Gea devia in angolo. All’11’ Falcao si lamenta per un fallo in area ma l’arbitro non ravvede alcun fallo, su sviluppi dell’azione arriva al tiro Young, il suo destro si perde di poco alto sopra la traversa della porta difesa da Pantilimon. Poco dopo è ancora Youg ad essere pericoloso, su cross di Valencia stop preciso dell’inglese che spara in porta, bravo e fortunato O’Shea a deviare la palla sulla traversa e salvare i suoi. Match dai ritmi che vanno salendo con l’andare dei minuti, i Red Devils sembrano più in palla ma Rooney e Di Maria stentano ad innescare Falcao con l’argentino nettamente sotto tono. Sugli scudi gli esterni del Manchester Valencia e Young spingono bene ma manca l’acuto finale per “bucare” Pantilimon. Dall’altra parte Cattermole è una diga che non fa passare niente e nessuno. Terminano a reti inviolate i primi 45 minuti, ottimi ritmi ma ancora nulla di fatto all’Old Trafford.

SECONDO TEMPO Fuori subito un inguardabile Di Maria, al suo posto la stellina Januzaj. Al 60′ è proprio il neo entrato a rischiare il gol su ribattuta in seguito ad una punizione dal limite di Rooney. Poco dopo svolta del match: Falcao viene atterrato in area dopo uno stop volante spettacolare, rigore ineccepibile. Dal dischetto va Rooney che non sbaglia, Red Devils avanti. Girandola di sostituzioni da entrambe le parti con Poyet che corre ai ripari dopo l’espulsione e il rigore rimediati contro. United rinfrancato dal vantaggio cerca di legittimare la propria superiorità, è ancora Januzaj su penetrazione insistita a mettere in difficoltà la retroguardia del Sunderland. All’85’ Januzaj spara in porta, Pantilimon respinge corto, ci arriva Rooney che di testa non sbaglia, raddoppio “sudato” per lo United. A tempo scaduto Fellaini accarezza il sogno del gol ma Pantilimon lo mura bene. Finisce così, 2-0 per i Red Devils, vittoria importantissima in una giornata difficile per gli uomini di Van Gaal, Sunderland che si è sciolto come neve al sole dopo il rigore e conseguente espulsione di Brown.

Tabellino Manchester United-Sunderland

Manchester United (3-5-2): De Gea 6, Valencia 6, Smalling 6, Evans 6, Rojo 6, Blind 5,5, Herrera 6, Young 6,5, Di Maria 4,5 (Januzaj 7), Rooney 7 (Mata sv), Falcao 6 (Fellaini 6).

Panchina: Lindegaard, McNair, Carrick, Fellaini, Mata, Januzaj, Wilson. All. Van Gaal.

Sunderland (4-3-3): Pantilimon 5,5, Reveillere 5,5, van Aanholt 5, Brown 5, O’Shea 6, Cattermole 6, Larsson 5,5, Gomez 5, Johnson 5,5 (Fletcher sv), Wickham 6 (Graham 5), Defoe 5 (Vergini 5,5).

Panchina: Mannone, Bridcutt Fletcher, Graham, Coates, Vergini, Watmore. All. Poyet

Gol: Rooney 66′, 85′

Ammoniti: Valencia, van Aanholt

Espulsi: Brown

IL MIGLIORE Januzaj: Classe da vendere, soggetto ancora a qualche fluttuazione, innegabile però come l’ingresso della stellina dello United abbia dato una “botta di vita” ai Red Devils in una giornata decisamente grigia. Voto 7

Video Manchester United-Sunderland

1-0 rigore di Rooney

 

2-0 Rooney di testa

Stefano Mastini

SHARE