SHARE

48345-bonucci-e-totti-durante-juventus-roma

Eppur si muove. La Roma di Garcia è un malato in convalescenza dopo la vittoria esterna contro il Feyenoord in Europa League. Il campo e l’ambiente erano aspri e ostili, la qualità dell’avversario un po’ meno. L’esatto contrario di domani sera. All’Olimpico (calcio d’inizio alle 20.45, ma con un quarto d’ora di sciopero alle 21), sotto l’egida del caldo tifo casalingo la Roma affronterà la squadra capolista del campionato. La Juventus di Allegri non viene nella capitale a fare una scampagnata di piacere e Garcia questo lo sa bene. I giocatori a disposizione sono sostanzialmente quelli di giovedì, con il pro che Florenzi e Iturbe ora sono pienamente recuperati e potranno essere preziosi jolly a partita in corso. Doumbia invece ha ancora qualche problemino alla schiena, tanto è che oggi a Trigoria si è allenato a parte. In attacco quindi sembra essere confermato il tridente di Rotterdam. Ljajic, Totti e Gervinho hanno dato garanzie e vanno verso la conferma. I giallorossi cercano il primo successo interno del 2015, i tre punti infatti mancano dall’Olimpico da novembre (vittoria contro l’Inter). La Juventus ha avuto più tempo di recupero dopo le coppe europee ma non potrà contare su Pirlo, infortunatosi contro il Borussia Dortmund, in forte dubbio è Pogba,  non è al meglio Vidal.

Garcia oggi in conferenza non ha voluto esporsi troppo, riconoscendo i meriti dei prossimi avversari e dichiarando di voler lottare con tutte le forze per riaprire il campionato. Ma un occhio va buttato anche al Napoli, che stasera con una vittoria sul Torino potrebbe agganciare i giallorossi al secondo posto(ed essendo avanti anche nello scontro diretto, superarli). Ecco perché per la squadra capitolina ormai è vietato sbagliare, non sono più ammessi pareggi anemici (vedi Parma e Verona), ora contano solamente i punti pesanti.

La probabile formazione giallorossa: De Sanctis; Torosidis, Manola, Astori, Holebas; De Rossi, Nainggolan, Pjanic, Ljajic, Totti, Gervinho

SHARE