SHARE

felipe anderson

Dopo le due sconfitte di inizio febbraio che avevano leggermente stoppato l’andamento positivo della Lazio targata 2015, i biancocelesti hanno collezionato 3 successi consecutivi per chiudere in bellezze il mese, ottimi anche per riaprire il discorso Champions League. Il ritorno dei tre punti è coinciso perfettamente anche con il rientro in squadra di Felipe Anderson, fermato da un infortunio, proprio nel miglior momento sia a livello realizzativo che di prestazioni da quando è in Italia. Ora però il numero 7 verdeoro ha nuovamente preso posto nello scacchiere tattico di Stefano Pioli, offrendo subito segnali importanti sul suo recupero completo, e trascinando di fatto la Lazio al rotondo successo in casa del Sassuolo, aprendo le marcature con uno splendido destro a giro.

Al fantasista biancoceleste, ora mancherebbe soltanto la prima convocazione in nazionale, a proposito della quale ha rilasciato alcune dichiarazioni a ‘Futnet’: “E’ difficile non pensare a come sarebbe bello avere una chance in Nazionale. Ma ho sempre trattato la questione della chiamata come qualcosa che accadrà naturalmente”.

OBIETTIVO VERDEORO – Anderson ha poi proseguito: “Sto facendo del mio meglio per la Lazio, sperando che le cose accadano a suo tempo. Se la chiamata arriverà, sarà uno dei giorni più belli della mia vita. Se no, continuerò a lavorare con la stessa attenzione e l’impegno guardando alla prossima occasione. Sono molto felice, mi sto godendo il momento meraviglioso che viviamo con la Lazio, ma sempre con l’obiettivo di migliorare ogni giorno. Seguendo questo pensiero ogni giorno sto ottenendo tutti gli obiettivi che ho in mente”.