SHARE

galli filippo

Filippo Galli, responsabile del settore giovanile del Milan, ha sottolineato l’importanza della crescite delle nuove leve calcistiche a margine dell’inaugurazione del campo Donati di Pescara: “Il Milan ha un progetto sui giovani che va avanti da 15 anni con l’obiettivo di far crescere i bambini formandoli sportivamente e culturalmente, per poi portarli nel mondo rossonero. E’ importante per chi vuole giocare a calcio venire su in un ambiente sano ed educativo. Per questo motivo abbiamo concepito una riorganizzazione dell’Academy Milan, dove anche allenatori e dirigenti hanno modo di formarsi ed aggiornarsi costantemente”.

BRAVI IN CAMPO E FUORI – Galli aggiunge: Al Milan puntiamo molto sulla formazione. Se sono preparati gli adulti, lo sono anche i ragazzi. L’aspetto tecnico è importante per i ragazzi ma lo è ancora di più quello educativo, e la scuola calcio è scuola non a caso, proprio perché ha una missione formativa prima di tutto”.

IL CORAGGIO DOV’E’? – Filippo Galli non manca di criticare il calcio italiano: “Qui da noi non è per niente facile puntare sui giovani, mentre in altri paesi è la prassi, anche in campionati importanti: guardate il Barcellona, l’Ajax o il Manchester City che ogni anno producono diversi elementi che poi gradualmente in poco tempo approdano in prima squadra. Anche noi dobbiamo fare così, bisogna trovare il coraggio di puntare sui propri settori giovanili per evitare che i ragazzi li andiamo a comprare all’estero”.

SHARE