SHARE

pioli

Un Pioli convinto dei mezzi della sua squadra e fiducioso sul finale di campionato: ecco quanto affermato dal tecnico biancoceleste durante la consueta conferenza stampa alla vigilia del match di Coppa Italia contro il Napoli.

La Lazio arriva a questa semifinale meglio del Napoli? Ci arriviamo bene: vincere fa bene al morale, alla fiducia e soprattutto alla consapevolezza. Sappiamo che sarà difficile. Abbiamo rispetto per un avversario che è partito con l’obiettivo di vincere la Champions, il campionato e che ha vinto la Supercoppa Italiana. In campionato ci ha battuto per un episodio. Ce la vogliamo giocare.

Nel match di campionato c’erano stati diversi errori arbitrali. Si augura di vedere qualcosa di diverso domani? Mi auguro che domani sera la Lazio giochi al meglio. Sappiamo che è una partita importante, ma è solo il primo tempo di questa doppia sfida. Proveremo a fare la partita per tutti i 90 minuti.

  I giocatori hanno chiesto ai tifosi di venire allo stadio. Perchè la gente non ha risposto all’appello? I miei giocatori hanno ragione: abbiamo bisogno dei tifosi. Il momento è importante, quasi decisivo per la nostra stagione. I tifosi sono un’arma in più. Lo stadio pieno ci darebbe una spinta in più. Questo gruppo se lo merita.

  Felipe Anderson può giocare tre gare di fila? Pensiamo una partita alla volta. Ieri la squadra mi è sembrata in buone condizioni. Aspetto fino a domani per le scelte defintive. A parte Mauri e Marchetti, mi sembrano tutti in forma. Ora non pensiamo alla Fiorentina. La testa è solo al Napoli.   E’ a tre partite dal rinnovo automatico C’è un accordo con la Lazio. Pensiamo al futuro  solo dopo aver centrato gli obiettivi. Ora non penso a queste cose.

Vorrebbe rivedere la Lazio di campionato col Napoli? No, perché non è stato sufficiente per portare a casa la vittoria. Dobbiamo giocare in modo attento ed essere lucidi nelle scelte di gioco. I nostri avversari sono molto pericolosi.

  Un risultato positivo domani può essere un messaggio importante per la corsa all’Europa in campionato? E’ chiaro che oggi il Napoli è il nostro avversario diretto in entrambi i fronti. Domani vogliamo affrontare bene la partita. C’è la volontà di dimostrare di essere all’altezza.

E’ il momento migliore della Lazio? La squadra ora sta bene, ma nel corso del campionato è normale avere momenti no. Le vittoria aiutano a trovare fiducia. Ora dobbiamo insistere su questa strada.

Anderson può ancora migliorare? Assolutamente sì. Stiamo parlando di un ragazzo giovane che non ha ancora completato il proprio processo di maturazione. E’ cresciuto tanto nella continuità durante la partita. Sta lavorando tanto per la squadra, a livello tecnico e fisico. Potrebbe essere ancora più lucido nelle scelte ed divenire così ancora più determinante.

E’ il gruppo più compatto che abbia mai allenato? Ho avuto modo di allenare gruppi solidi, anche se lottavano spesso per la salvezza. Qui ho trovato una professionalità elevata, disponibilità totale e valori tecnici importanti.

Cosa cambia in una gara da 180 minuti? Dobbiamo essere attenti agli equilibri, ma allo stesso tempo cercare di fare sempre la partita. Dovremo stare attenti alle loro ripartenze e rimanere lucidi; sapendo che la partita non si chiuderà domani sera.

Il Napoli è stato il suo primo avversario. E’ scaramantico? Sono solo dei bei ricordi, ma non credo ai numeri. Domani sarà un match importante per entrambe le squadre. Vogliamo procurarci un vantaggio in vista della partita di ritorno. Giochiamo davanti ai nostri  tifosi; vogliamo giocare da Lazio. I ragazzi meritano di giocarsi la finale.

La Roma è a più sei. E’ raggiungibile? Dobbiamo fare più punti possibili. A fine campionato vedremo dove saremo riusciti ad arrivare.

Fonte: lazialita.com

SHARE