SHARE

montella-fiorentina-empoli

E’ tempo di conferenza stampa per Vincenzo Montella alla vigilia della gara di andata di semifinale di Tim Cup annata 2014/15, Juventus-Fiorentina è da sempre una gara decisamente suggestiva con tanti spunti di riflessione calcistici e non.

CONFERENZA STAMPA MONTELLA Queste le parole di Vincenzo Montella in conferenza stampa presso la sala Righini dello stadio  Artemio Franchi di Firenze Borja sta facendo di tutto, Pizarro è ancora da valutare nelle prossime ore. Basanta è un grosso punto interrogativo, Tomovic e Savic non li vogliamo rischiare. Mati ni, oggi si è allenato bene. Non siamo copertissimi, ma saremo una squadra competitiva. Essendo la semifinale è così, perchè mancano solo 2 partite alla finale” Sulla Juventus “Mi stimola ancora di più, avendo un grosso vantaggio in campionato è legittimo facciano questo. Dovremo essere pronti senza timore, ma ci aspetta anche una partita di sacrificio. Ci aspetta una partita difficile”.

Su Gomez “Lui aveva un problema la settimana scorsa, fino a ieri non lo vedevo sciolto, oggi meglio. Si è comunque trascurato questo problemaSul momento e le critiche ricevute nel passato “C’è massima chiarezza con la società e massimo rispetto da ambo le parti. Non è cambiato nulla rispetto all’inizio, anche visti i risultati all’inizio, ci son le condizioni  per andare avanti insieme” Su Salah “Provare a migliorarsi sempre, queste le nostre indicazioni. Salah deve continuare così, si è integrato subito e siamo totalmente contenti, provare a migliorare un calciatore si rischia di peggiorarloSulla tattica “Dipende anche dagli altri, le squadre complete sono quelle che riescono a fare tutto, abbiamo giocato contro squadre di alto livello anche in trasferta e quindi abbiamo dovuto mettere in pratica anche tattiche come quelle del contropiede” Sulla Juventus “Nelle ultime partite questa Juve sa aspettare, vuole aspettare, non credo però che stia giocando i maniera differente rispetto al passato. Domani spero di vedere il meglio delle sfide passate, dobbiamo comunque guardare al tutto in modo strategico, però a questo punto della stagione ci conosciamo e possiamo far qualche cambio dell’ultimo momento, l’importante sarà mettere in campo sacrificio e volontà”.

Sulle gare in trasferta “Importante è il coraggio e mentalità, giochiamo così perchè abbiamo acquisito questi connotati e la squadre si ricorda queste cose” e ancora “La squadra non deve smettere di rimanere concentrati, non deve illudersi, i tifosi devono sognare, è giusto così” Sul momento d’attenzione da parte dei media internazionaliDobbiamo gestirlo, talvolta ci ha pesato un po’, talvolta il dover stupire ci ha pesato, ma siamo orgogliosi e vogliamo continuare a regalare soddisfazioni ai nostri tifosi” Sulla voglia di vincere la Tim Cup “L’anno scorso siamo andati vicini a vincere la Tim Cup, la società smania di vincere un trofeo, noi ci proviamo, credo che la società se lo meriti visti i tanti investimenti fatti negli anni”.

TatarusanuNeto “C’è un bel rapporto tra lui e la squadra. Abbiamo due ottimi portieri che si possono alternare, Tata mi dà più garanzie dal punto di vista psicologico. Se è un problema, è un gran bel problema. Non avevo pensato al fatto di schierare un portiere che potrebbe finire alla Juventus, se Neto sta bene gioca, lui è sereno”.

Stefano Mastini

SHARE