SHARE

Zaza

“Se faccio un gol che porta punti allo Juventus Stadium potrei anche sacrificarla la barba, ma non prometto niente! L’importante è che ricresca in fretta”.

A dirlo è Simone Zaza, attaccante del Sassuolo che lunedì sarà di scena a Torino per il posticipo di serie A contro la Juventus. “Sono seguito dalla Juve, è vero – prosegue l’attaccante – ma questa non è la partita Zaza contro la Juve, sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti dei miei compagni. A gennaio c’è stato un interesse ma di concreto nulla. Io avevo espresso il desiderio di rimanere qui e anche la società bianconera voleva lo stesso”.

La partita, sulla carta, sembra proibitiva: “Nel girone d’andata fu la gara della svolta – racconta l’attaccante lucano. Non è la partita che ci serve, ma può diventarla. Sono i più forti e siamo in casa loro, sarà difficile ma dobbiamo provarci, possiamo dare fastidio a chiunque. Dovremo essere perfetti. Obiettivi personali? Voglio fare tanti gol importanti. L’anno scorso ne ho fatti 9, quest’anno spero di arrivare a 14-15, in un futuro magari imparerò anche a fare gol facili come quello sbagliato contro la Lazio. Spero che ci salveremo il prima possibile per poterci divertire ancora di più”.

 

SHARE