SHARE

gomez-fiorentina-seriea

Dopo il pareggio a Roma fra Lazio e Napoli questa sera va in scena Juventus-Fiorentina, seconda semifinale d’andata della Coppa Italia che si giocherà allo Juventus Stadium. Entrambe le squadre in campo con gran parte dei titolari per centrare la qualificazione ad una finale importante: la Viola vuole cercare di raggiungere la Coppa dopo averla sfiorata lo scorso anno, la squadra di Allegri vuole invece mettere in bacheca il trofeo per la decima volta nella sua storia. Bianconeri che varano un mini-turnover in difesa: dei quattro titolari rimane solo lo stakanovista Bonucci, con lui dovrebbero esserci Ogbonna centrale e Padoin e Caceres sulla fasce a protezione di Storari. A centrocampo la squadra migliore al netto dell’assenza di Pirlo, mentre in attacco Llorente torna a far coppia con Tevez. La Fiorentina invece, con Borja Valero ancora non recuperato, lascia a riposo Pizarro in favore di Aquilani, mentre dietro Mario Gomez attaccheranno Joaquin e Salah. In difesa tornano sugli out Richards e Alonso, fra i pali ancora il ritrovato Neto.

Juventus-Fiorentina, le probabili formazioni

Juventus (4-3-1-2) Storari; Padoin, Ogbonna, Bonucci, Caceres; Pogba, Marchisio, Vidal; Pereyra; Tevez, Llorente. All. Allegri.

Fiorentina (4-3-2-1) Neto; Alonso, Basanta, Rodriguez, Richards; Aquilani, Badelj, Mati; Salah, Joaquin; Gomez. All. Montella.

Juventus-Fiorentina, le parole degli allenatori

ALLEGRI –Pogba sarà della partita, anche Sturaro ha recuperato e sarà regolarmente in panchina. Barzagli sono sei mesi che non gioca e devo valutarlo, ma è recuperato e sta bene: la formazioni comunque la deciderò domani. Pereyra bene da mezzala? Credo che sia ancora meglio da trequartista, svaria su tutto il fronte d’attacco e crea superiorità numerica. Vidal meglio da mezzala che da trequartista? Fa bene in entrambi i ruoli, l’importante è che abbia ritrovato una condizione fisica ottimale. Morata non è abituato a giocare una partita ogni tre giorni, una flessione è comprensibile, tutti i giocatori del reparto avanzato mi danno garanzie. Siamo in corsa in tre competizioni e ci teniamo molto: contro la Fiorentina metteremo in campo la miglior formazione, arrivare in fondo per noi è un dovere. Dobbiamo ricordarci che la partita si svolge su 180 minuti: la Fiorentina è una delle squadre più in forma del campionato e le squadre di Montella giocano sempre bene“.

MONTELLA –Borja sta facendo di tutto, Pizarro è ancora da valutare nelle prossime ore. Basanta è un grosso punto interrogativo, Tomovic e Savic non li vogliamo rischiare. Mati ni, oggi si è allenato bene. Non siamo copertissimi, ma saremo una squadra competitiva. Essendo la semifinale è così, perché mancano solo 2 partite alla finale. La Juventus? Mi stimola ancora di più, avendo un grosso vantaggio in campionato è legittimo facciano questo. Dovremo essere pronti senza timore, ma ci aspetta anche una partita di sacrificio. Ci aspetta una partita difficile. La squadra non deve smettere di rimanere concentrata, non deve illudersi, i tifosi devono sognare, è giusto così. L’anno scorso siamo andati vicini a vincere la Tim Cup, la società smania di vincere un trofeo, noi ci proviamo, credo che la società se lo meriti visti i tanti investimenti fatti negli anni“.

Juventus-Fiorentina, le ultime partite

Roma-Juventus 1-1 (64′ Tevez, 78′ Keita)

Juventus (3-5-2) Buffon 6,5; Chiellini 6, Bonucci 6,5, Caceres 5,5; Evra 5,5, Vidal 6, Marchisio 6,5, Pereyra 6,5, Lichtsteiner 6 (dal 91° Padoin); Tevez 6,5, Morata 5,5 (dal 83° Coman s.v.). All. Allegri.

Inter-Fiorentina 0-1 (56′ Salah)

Fiorentina (4-3-3) Neto 7,5; Tomovic 6, Savic 6,5, Rodriguez 6, Pasqual 6; Kurtic 6, Badelj 6, Aquilani 6 (Vargas 6); Diamanti 5 (Joaquin sv), Babacar 5 (Salah 7); Ilicic 6. All. Montella.

SHARE