SHARE

salah

Una grande Fiorentina guidata da un Salah, autore di una doppietta, in versione superman espugna 2-1 lo Juventus Stadium e mette una seria ipoteca sull’approdo in finale di coppa Italia. Inutile per i bianconeri il ritorno al gol di Fernando Llorente.

COAST TO COAST SALAH– Madama, galvanizzata dallo Stadium, prova la solita partenza arrembante e sfiora subito il vantaggio al 2’ con Vidal, che servito da Pogba, si libera di due avversari ma apre troppo il piatto destro. Attaccando a pieno organico, però, la Juve presta il fianco ai contropiede viola. E’ quello che accade all’11’ quando, sugli sviluppi di un corner, Salah raccoglie la respinta della difesa viola e si lancia da solo verso la porta di Storari, annienta Padoin in velocità, e col sinistro, dopo settanta metri palla al piede, spiazza il portiere bianconero per il clamoroso vantaggio della Fiorentina.

RIECCO NANDO– A questo punto la Juve rallenta e prova a manovrare maggiormente. Al 24’ viene premiata. Coman (claudicante per un intervento killer di Kurtic che lo costringerà a lasciare spazio a Tevez poco dopo) apre per Pepe, il cross del numero sette è perfetto, lo stacco di Llorente pure e la palla termina in rete dopo aver baciato il palo alla destra di Neto. Al 31’ Mati Fernandez prova a scuotere i suoi con un gran destro che Storari deve alzare in corner. Sugli sviluppi dell’angolo, azione confusissima nell’area bianconera col pallone che arriva a Basanta (in posizione irregolare), il cui colpo di testa colpisce il palo esterno. Allo scadere poi ci prova ancora Vidal, questa volta di testa, palla di poco a lato. Si va al riposo sull’1-1.

ANCORA SALAH– La ripresa si apre con un’occasionissima viola. Uno-due Fernandez-Richards, con Storari che salva sull’ex City. E’ il preludio al gol che arriva al 55’, la difesa della Juve è in bambola dopo una palla persa da Marchisio, Salah si inserisce e di sinistro batte ancora Storari per il 2-1 viola. La Juventus reagisce al 61’ Marchisio pesca in qualche modo il neo entrato Morata che serve Tevez, Neto risponde presente. Due minuti dopo ci prova Pogba da lontanissimo, ancora Neto mette in corner. All’80’ ci prova anche Pereyra, servito da Caceres, ma calcia addosso a Morata. La Juventus continua a premere ma senza lucidità e il pareggio non arriva. La Fiorentina espugna lo Stadium, al ritorno agli uomini di Allegri servirà un miracolo.

IL MIGLIORE: SALAH 7,5-Il ragazzino egiziano bocciato da Mourinho non si ferma più. Si abbatte sullo Stadium come un uragano. Il primo gol è un concentrato di velocità e tecnica, il secondo una manifestazione di freddezza. Quando la palla arriva a lui i campioni d’Italia tremano.

IL PEGGIORE: PADOIN 5: In fase d’appoggio il diligente ex atalantino non fa nemmeno male. Il problema è in copertura dove si ritrova il cliente più scomodo. Salah lo svernicia sul primo gol, e gli regala una nottata d’inferno.

JUVENTUS- FIORENTINA 1-2

Marcatori: 11’ e  55’ Salah (F), 24’ Llorente (J).

Ammoniti: Kurtic (F), Badelj (F), Pogba (J), Basanta (F), Caceres (J), Marchisio (J), Tevez (J).

LE PAGELLE:

JUVENTUS :Storari 6; Caceres 5.5, Bonucci 5.5, Ogbonna 5.5, Padoin 5; Vidal 5.5, Marchisio 5.5, Pogba 5.5; Pepe 6 (73’ Pereyra 5.5), Llorente 6 (58’ Morata 5.5), Coman 6 (35’ Tevez 5.5). All. Allegri 5.5.

FIORENTINA :Neto 6.5; Richards 6, G. Rodriguez 6, Basanta 6.5, M. Alonso 6; Kurtic 5.5, Badelj 6 (78’ Aquilani S.V.), Fernandez 6.5; Joaquin 6, Gomez 6(61’ Ilicic 5.5), Salah 7.5 (74’ Diamanti 5.5). All. Montella 7.

SHARE