SHARE

calil

Nella 28a giornata di Lega Pro la Salernitana trova sul suo cammino l’ormai ex capolista Benevento. Le due squadre hanno monopolizzato il Girone C della terza divisione italiana. Nel cammino verso questo derby i botta e risposta sono stati molteplici: ad esempio nella scorsa di campionato i sanniti sono scivolati in casa contro il Barletta, acciuffando il pareggio solo nei minuti finali. Ne ha approfittato la Salernitana avvicinandosi a solo due lunghezze grazie alla vittoria nel derby con il Savoia. Le dichiarazioni dei protagonisti per alimentare le tensione non sono mancate: Brini, tecnico dei giallorossi, ad esempio, recriminava ai granata la troppa pressione verso le direzioni di gara, ree di aver concesso fin troppi episodi dubbi a favore del Benevento. Sulle maggiori testate online è impazzata la gara tra i tifosi che pregustavano già una gara da dentro o fuori, come in effetti è stata.  Lo Stadio Arechi ha risposto presente, come sempre. Numeri da serie A, con più di ventimila spettatori sugli spalti, il tredicesimo uomo in campo che quasi sempre si rivela l’arma in più. Curva Sud strapiena e Distinti superiori riaperti, come ormai non succedeva da un po’. Lo spettacolo sulle gradinate carica i giocatori in campo, ma soprattutto fa tremare le gambe a quelli giallorossi, parsi impacciati per quasi tutta la gara.

Per quanto riguarda le scelte tecniche i due allenatori hanno mostrato continuità riservando poche sorprese. Mister Menichini si affida nuovamente al 4-2-3-1: la regia è affidata a Moro a causa la squalifica di capitan Pestrin. Attacco pesante con Nalini, Calil e Gabionetta dietro la punta Mendicino. Negli ospiti invece, schierato col solito 4-4-2, Vitiello deve dare forfait. In avanti l’ex granata Mazzeo ed il capocannoniere del torneo, Umbero Eusepi, sono gli uomini scelti da Brini per dare grattacapi ai rivali.

Il primo tempo, come ci si poteva aspettare, è molto tirato. Le squadre sono ben organizzate e non concedono spazi. I granata tentano soprattutto la via degli esterni, chiamati ad aprire la serratissima retroguardia ospite. L’unica occasione del primo tempo il Benevento la costruisce al 28’: su disattenzione di Tuia, Campagnacci conquista palla ed a pochi metri da Gori si fa murare la conclusione. Mentre i granata si vedono negare la gioia del gol al 42’ da Pane: l’estremo difensore giallorosso  compie un miracolo su Mendicino che di testa devia a botta sicura un cross di Nalini sul secondo palo. Termina così la prima frazione di gara.

Nella ripresa pronti via e Salernitana che si porta in vantaggio al 5’: il solito Nalini si allarga sulla fascia, mette in mezzo uno splendido assist per Gabionetta che anticipa il diretto marcatore e gira in rete. Scoppia la gioia e lo stadio si trasforma in una bolgia. Sulle ali dell’entusiasmo al 20’ l’episodio che chiude i giochi: Scognamiglio commette fallo in area proprio su Gabionetta. Per Serra nessun dubbio, rigore ed ammonizione. Sul dischetto Calil non sbaglia e sigla il raddoppio. Gli ospiti accusano l’uno-due granata. Il ritmo della partita si abbassa notevolmente ed il giropalla dei padroni di casa avvolge i sanniti che restano inermi. Senza ulteriori emozioni termina la gara. Grande prova della Salernitana che batte i giallorossi, completa la rimonta e conquista il primato a discapito dei propri avversari. Il testa a testa è pronto ad andare avanti già da  Mercoledì prossimo. La squadra di Menichini è chiamata alla prova del 9 in casa del Lecce. Prova meno impegnativa, almeno sulla carta, quella del Benevento che ospiterà in casa l’Aversa Normanna.

TABELLINO:

SALERNITANA (4-2-3-1) Gori; Colombo, Lanzaro, Tuia, Franco; Moro, Favasuli; Nalini, Calil, Gabionetta(28’st Perrulli); Mendicino(41’st Bovo). A disp.: Russo, Bocchetti, Grillo, Tagliavacche, Cristea.

All. Menichini.

BENEVENTO (4-4-2) Pane; Pezzi, Lucioni, Scognamiglio, Som; Alfageme(15’st Melara), Agyei, D’Agostino(26’st Kanoute), Campagnacci; Eusepi, Mazzeo(15’st Marotta). Piscitelli, Padella, Celjak, D’Angelo.

All. Brini.

ARBITRO: Marco Serra di Torino. ASSISTENTI: Fraschetti/Chiocchi.

AMMONITI: Agyei, Scognamiglio, Pezzi (B).

MARCATORI: 5’st Gabionetta(S), 21’st rig. Calil(S).

SPETTARORI: 20846.

di Simone Gallo

SHARE