SHARE

toni-verona

Serie A alle porte. Dopo la parentesi infrasettimanale di Tim Cup è tempo di ributtarsi a “pesce” nella massima serie nostrana. A parlare quast’oggi è Luca Toni, punta di peso dell’Hellas Verona di Mandorlini, l’ex centravanti di Palermo, Fiorentina, Roma e Juventus ha rilasciato alcune dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport sul prossimo avversario, il Milan di Inzaghi al momento sulla graticola per i risultati che stentano ad arrivare.

TONI SU INZAGHI Queste le parole di Toni alla “rosea”“Visto Pippo, non allenerò…” e ancora Guardo Pippo che da quando è sulla panchina del Milan sembra invecchiato di dieci anni, penso che pochi mesi fa l’avrebbero fatto presidente onorario e oggi lo contestano e mi dico: ‘Ecco perché non farò mai l’allenatore’“.

Intanto tutto sembra essere pronto per MilanHellas Verona di stasera al Meazza, i rossoneri arrivano da un momento grigio, appena 5 punti nelle ultime 4 gare di campionato condite da prove decisamente incolore hanno finito per mandare sul banco degli imputati proprio SuperPippo. Hellas Verona che, dal canto suo, si presenta a Milano forte della vittoria in trasferta di domenica scorsa sul campo del Cagliari in cui gli uomini di Mandorlini si sono assicurati punti importanti in ottica “salvezza”. Il distacco tra le due compagini è di appena 6 punti, cifra esigua, i favori del pronostico sono, almeno sulla carta, per i rossoneri che dovranno dimostrare di aver ritrovato quella voglia di lottare smarrita da diverso tempo. D’altro canto sarà tutt’altro che “una passeggiata” per il Diavolo, i clivensi sono invischiati nei bassifondi della classifica e dopo aver registrato la fase difensiva nelle ultime due settimane, inseguito alla debacle contro il Genoa (manita terrificante), sembrano aver ritrovato lo spirito giusto per affrontare qualunque avversario, piccolo indizio il pareggio interno contro la Roma per 1-1.

 

Stefano Mastini