SHARE
Muntari Milan Sassuolo

AC Milan v US Sassuolo Calcio - Serie A

Serata per niente brillante quella del Milan, che si fa riacciuffare dal Verona nei minuti di recupero dopo essere arrivato ad una vittoria più di pancia che di testa, più di episodi che di tecnica. Il peggiore dei rossoneri è stato senz’altro Sulley Muntari, che ha causato il rigore in favore del Verona in una maniera sciagurata (“Prova come al solito disastrosa quella del ghanese, incomprensibilmente tornato nell’undici titolare. Sbaglia il 90% degli appoggi, si muove alla velocità di un bradipo ed è scellerato in ogni intervento. Il fallo su Ionita che causa il rigore dello svantaggio è a dir poco ingenuo e non può che meritare i fischi dell’intero stadio. Inguardabile.”, recita la nostra pagella di ieri sera).

Preso atto della prestazione imbarazzante del Milan e del ghanese, il politico di Lega Nord Matteo Salvini, noto tifoso rossonero, si è lanciato in una battuta di dubbio gusto, tirando in mezzo fra il serio e il faceto la questione immigrazione e provocando un’ondata di sdegno sui social: “Gli immigrati che lavorano bene sono i benvenuti. Quindi Muntari può tornare a casa sua“.

La situazione era già abbastanza tragicomica, con un Inzaghi che sostituisce Pazzini per mettere Bocchetti, il quale commetterà proprio l’ingenuità fatale per il pareggio scaligero, senza che la si andasse a sottolineare con un intervento di dubbio gusto. A rispondere all’illazione di Salvini (al quale ricordiamo, per la cronaca, che Muntari con tutti i suoi limiti ha vinto una Champions League) ci ha pensato l’ex compagno del ghanese, l’attaccante bresciano Mario Balotelli, che tramite il suo profilo Instagram ha commentato: “Ma questa persona è seria quando dice questo o cosa? È pure un politico? allora votate me è meglio“.

SHARE