SHARE

lazio-fiorentina-cronaca

Tutto pronto per il posticipo delle 19 di lunedì 9 marzo dell’Olimpico di Roma LazioFiorentina, valevole per la 26° giornata del campionato di Serie A 2014/15. Montella sceglie Diamanti e Ilicic insieme a Salah, l’uomo del momento in casa viola, dietro torna Savic mentre a centrocampo Badelj e Kurtic affronteranno il terzo match in appena una settimana. Dall’altra parte Pioli deve fare a meno di Parolo ma ritrova Mauri, confermato il trittico offensivo formato da Felipe Anderson, Candreva e Klose.

CRONACA Parte a “spron battuto” la Lazio di Pioli, grandissimo ritmo impresso al game dai biancocelesti che mettono in difficoltà fin da subito il palleggio della viola. Ci pensa Biglia a sbloccare la partita, bellissima la volée dell’argentino sul tentativo di liberare da parte della retroguardia gigliata. Fiorentina “in bambola”, i viola rischiano di capitolare più volte in pochissimi minuti: prima ci prova Klose a tu per tu con il portiere viola, dopo Felipe Anderson su cross dalla destra, ma in entrambi i casi Neto è insuperabile. Alla mezz’ora si scuote la viola, Mati Fernandez, il più ispirato dei suoi, cerca la via del gol con una punizione dai 25 metri, la sua conclusione finisce fuori di poco. Sono ancora i capitolini ad avere la palla buona per far male, sempre con Biglia, fendente “fotocopia” del gol sempre al volo, è mirabolante però il riflesso di Neto che manda la palla sul palo alla sua sinistra. Finiscono i primi 45 minuti dominati dagli uomini di Pioli, biancocelesti spreconi, il passivo per i viola sarebbe potuto essere decisamente più pesante.

SECONDO TEMPO Subito un cambio per Montella, fuori un Diamanti tremendo, al suo posto Pizarro. Viola che sembrano rivivere per almeno una decina di minuti e confenzionano sull’asse Basanta-Salah una buona palla gol che porta Badelj al tiro, niente di fatto però. Al 64′ episodio chiave del match, Felipe Anderson lanciato in profondità viene atterrato in area da Tomovic, fallo nitido, rigore ineccepibile. Dagli undici metri va Candreva che fa 2-0 spiazzando Neto. I biancocelesti controllano l’inerzia del match e poco dopo dilagano con Klose che va in gol prima su ribaltamento di fronte capitanato da Candreva, bravo il tedesco a lanciarsi in tuffo sul pallone, poi su azione individuale di Keità, neoentrato, dove dopo un batti e ribatti insacca con decisione e fa poker con doppietta personale. Finisce 4-0 una partita stravinta dalla Lazio, vittoria ricercata e volutissima dagli uomini di Pioli che non hanno mai smesso di provarci fino al 90′; bagno d’umiltà per una Fiorentina sconclusionata, Diamanti il peggiore tra i viola ma è stata tutta la squadra ad andare giù psicologicamente dopo il rigore di Candreva.

Formazioni ufficiali Lazio-Fiorentina

Lazio (4-3-3): Marchetti 6, De Vrji 6, Basta 6,5, Mauricio 6 (58′, Novaretti 6), Radu 6; Biglia 7, Castaldi 6, Mauri 6 (81′, Onazi sv); Candreva 7 (77′, Keità 6,5), Felipe Anderson 7,5, Klose 7.

Panchina: Berisha, Strakosha, Ciani, Braafheid, Ederson, Keita, Onazi, Ledesma, Cana, Perea, Cavanda, Novaretti. All: Pioli.

Fiorentina (4-3-3): Neto 6,5, Tomovic 4,5, Savic 5, Basanta 5, Pasqual 5; Kurtic 5, Badelj 5,5 (77′, Joaquin sv), Mati Fernandez 6; Diamanti 4,5 (46′, Pizarro 5), Ilicic 5,5 (55′, Gilardino 5), Salah 5.

Panchina: Lezzerini, Rosati, Gonzalo, Richards, Vargas, Pizarro, Gilardino, Joaquin, Borja Valero, Marcos Alonso, Lazzari, Rosi.  All: Montella.

Arbitro: Paolo Tagliavento della sezione di Terni.

Gol: Biglia 7′, Candreva 65′, Klose 75′

Ammoniti: Basanta, Mauricio, Kurtic, Tomovic, Candreva

Espulsi:

IL MIGLIORE Felipe Anderson: E’ l’anima della Lazio, le sue sgroppate palla al piede metto in seria difficoltà Tomovic. Si prende anche un rigore, giocatore determinante quando in condizione. Voto 7

IL PEGGIORE Diamanti: Il peggiore dei suoi, non ne combina una giusta nei primi 45 minuti. Montella lo lascia negli spogliatoi preferendogli Pizarro. Voto 4,5

Video Lazio-Fiorentina

1-0 firmato Biglia, gran gol il suo

La gran parata di Neto sempre su Biglia

Il rigore realizzato da Candreva

  3-0 di Klose

4-0 ancora Klose

        Stefano Mastini

SHARE