SHARE

welbeck

 Il grande ex Danny Welbeck, il ragazzino cresciuto all’Old Trafford, giustizia il Manchester United e fa volare l’Arsenal in semifinale di FA Cup. In un match molto equilibrato e vivace a decidere è l’ennesima disastrosa prova della difesa dei Red Devils.

SHOW TIME ALL’OLD TRAFFORD – Nella prima parte di match nessuna delle due squadre riesce a prevalere nettamente sull’altra. Tanta intensità in mezzo al campo con entrambe le compagini desideroso di fare la partita, attaccando a testa alta. Al 25’ si sblocca il parziale, la rete arrivata dall’uomo che non t’aspetti: azione avvolgente dell’Arsenal che coinvolge entrambe le fasce, slalom pazzesco al limite dell’area di Chamberlain che pesca sul lato debole l’inserimento di Monreal che con il piattone mancino beffa De Gea sul primo palo. I Gunners non fanno nemmeno in tempo di riposizionarsi nella loro metà campo che il Manchester United trova la rete del pari: palla dentro di Di Maria dalla destra, Rooney elude l’ “allegra” marcatura di Koscielny e di testa batte Szczesny per l’1-1. Nella parte finale di tempo i ritmi restano altissimi, con tante occasioni da una parte e dall’altra, sono però i Red Devils a dare maggior continuità d’azione, con il solito splendido Wayne Rooney e un redivivo Di Maria.

WELBEGOAL, RED(I) MARIA – All’uscita dagli spogliatoio ben due cambi Van Gaal, fuori Shaw e Herrera per fare spazio a Jones e Carrick. Nonostante le mosse dello stratega olandese, al 62’ sono ancora i Gunners a passare in vantaggio: disastro difensivo della premiata ditta Jones-Valencia, l’ecuadoriano lancia in campo aperto Danny Welbeck che si beve De Gea in uscita e deposita in rete a porta vuota. Dopo una vita trascorsa all’ombra dell’Old Trafford, The Wall sigla il più classico dei gol dell’ex. A tenere vivo il finale di partita è il solito fenomenale De Gea, che al 73’ evita l’harakiri dei padroni di casa con un intervento spaziale su un conclusione al volo di sinistro di Santi Cazorla. Al 76’ Di Maria decide di cancellare quanto di buono, rapportato alle ultime uscite, costruito nel resto della gara, ammonito per una chiara simulazione protesta in maniera eccessiva nei confronti del direttore di gara che decide di spedirlo sotto la doccia. E’ solo il preludio ai titoli di coda che arrivano di lì a breve, solo un prodigioso De Gea su Sanchez impedisce al risultato di diventare più rotondo.

Il Tabellino e le Pagelle

Manchester United-Arsenal 1-1 (25’ Monreal (A), 27’ Rooney (M), 62’ Welbeck (A)

MANCHESTER UNITED (4-3-3): De Gea 7, Valencia 4,5, Smalling 5,5, Rojo 5 (dal 73’) Januzaj, Shaw 5,5(dal 46’) Jones 4,5, Blind 5, Herrera 5 (dal 46’) Carrick , Young 5,5, Fellaini 6, Di Maria 5, Rooney 7.

Allenatore: Louis Van Gaal.

ARSENAL (4-3-3): Szczesny 6, Bellerin 5,5 (dal 66’) Chambers 6, Mertesacker 6,5, Koscielny 5,5, Monreal 7, Coquelin 6,5, Cazorla 6, Oxlade-Chamberlain 6,5(dal 51’) Ramsey 6, Ozil 6, Sanchez 6, Welbeck 7 (dal 74’) Giroud.

Allenatore: Arsene Wenger

AMMONITI: Herrera (M), Fellaini (M), Bellerin (A), Young (M), Rojo (M)

ESPULSI: Di Maria (M)

Il vantaggio di Nacho Monreal 

https://vine.co/v/OEQ9DwVIgOb

Il pari di Wayne Rooney

https://vine.co/v/OEQYulVKtnA

Il gol vittoria di Danny Welbeck

https://vine.co/v/OE2OtmIwJAF