SHARE

bao

 

Il Bayern Monaco strapazza senza pietà uno Shakhtar Donetsk che si lancia nelle fauci del nemico dopo pochissimi minuti, regalando un rigore che spiana la strada ai fenomeni tedeschi. Non c’è partita dal fischio d’inizio a quello finale, con i padroni di casa che vanno in rete per ben 7 volte. Gli avversari europei sono avvisati: la squadra di Guardiola ha fame e non si fermerà finchè questa non sarà saziata.

Non c’è tempo da perdere – Combinazione Ribery/Robben, Gotze servito in profondità ed abbattuto in area da Kucher: rigore per il Bayern ed espulsione per il difensore ucraino. Bastano due minuti per indirizzare la partita sulla strada dei padroni di casa, probabilmente con un netto anticipo sulla tabella di marcia pensata da Guardiola. Mueller realizza il rigore, ma i bavaresi non si fermano: il loro pressing spegne sul nascere i tentativi di manovra degli avversari, impostando azioni avvolgenti e pulite che mettono più volte in difficoltà il portiere Pyatov. Ci provano Robben, Goetze e più volte Lewandowski ma la rete rimane incredibilmente inviolata. Guardiola perde Robben per un problema fisico ma i padroni di casa non si placano, continuando ad imperversare nell’area ucraina. Pur essendo Ribery e Lewandowski i più pericolosi, ma tocca a Boateng firmare il gol del raddoppio: il difensore tedesco è il più lesto a ribadire in rete la palla dopo una respinta di Pyatov sull’ennesimo tentativo di Lewandowski, che le sta provando davvero tutte per apparire sulla lista dei marcatori. Il primo tempo si chiude sul 2 a 0 e c’è da dire che alla squadra di Lucescu è andata anche bene.

Colpi di grazia…a raffica – Se il primo tempo è stato in dominio del Bayern, la ripresa si trasforma in una vera e propria mattanza. Lo Shakhtar scompare dal campo, i bavaresi imperversano in ogni dove e stavolta sotto porta sono spietati. Ribery è in serata di grazia e, prima di uscire per infortunio, è protagonista di un gol e un assist. Con il francese fuori sale in cattedra Lewandowski che però, prima di realizzare il proprio gol, deve attendere il turno di Badstuber e ancora Mueller. Sul finire tocca anche a Goetze, a completare un 7 a 0 che vendica con gli interessi l’amaro 0 a 0 di Leopoli e a dimostrare che questa corazzata quest’anno fa sul serio: il titolo europeo è un bersaglio da non mancare e sarà difficile vedere il Bayern in campo sottotono per due volte consecutive.

 

Bayern Monaco-Shakhtar Donetsk 5-0 (4′ Mueller, 34′ Boateng, 49′ Ribery, 52′ Mueller, 63′ Badstuber, 74′ Lewandowski, 87′ Goetze )

Bayern Monaco (4-1-4-1) Neuer 6, Rafinha 6.5, Boateng 7, Badstuber 7 (67′ Dante 6), Alaba 7, Schweinsteiger 6.5, Robben 6.5(19′ Rode 6), Mueller 7, Ribéry 7.5 (59′ Bernat 6.5), Goetze 7, Lewandowski 7

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1)  Pyatov 4, Srna 5.5, Kucher 3, Rakitskiy 4.5, Shevchuk 5, Fred 6, Stepanenko 4.5, Costa 5.5 (78′ Nem sv), Teixeira 5 (69′ Ilsinho sv), Taison sv (9′ Kryvcov 5), Adriano 4.5

 

I GOL DELLA SERATA

 

Boateng è lesto a ribadire in gol la palla del raddoppio

https://vine.co/v/O9hPnXv5tAK

 

Alaba illumina e Ribery è chirurgico

https://vine.co/v/O9MBXt6X3ui

 

Stavolta è Ribery a fare il grosso, Mueller deve solo insaccare

https://vine.co/v/O9Mu0lBQVOL

 

Torna al gol anche Badstuber 

https://vine.co/v/O9M7P979ALM

 

Non poteva mancare all’appello Lewandowski 

https://vine.co/v/O9MqBlQJTqh

 

Goetze completa il banchetto

https://vine.co/v/O9MO9YI5LJJ

SHARE