SHARE

parma-serie a

Sembra non avere termine il calvario del Parma Calcio. La terribile crisi finanziaria che si è creata a partire dalla fine dello scorso anno si arricchisce oggi di un altro episodio non proprio piacevole per i tifosi ducali. Quest’oggi alle 11 il direttore finanziario e amministrativo della società emiliana Marco Preti, ha depositato i bilanci relativi agli ultimi tre anni (situazione economico-patrimoniale al 17 febbraio 2015) presso la la cancelleria del Tribunale di Parma.

MANENTI NON SI VEDE I documenti presentati non sono stati oggetto di verifica da alcuna società di revisione. Non si è fatto vedere il nuovo presidente del Parma Giampietro Manenti che avrebbe dovuto presenziare a tale consegna. Il Tribunale di Parma si pronuncerà nei prossimi giorni, la data stabilita per conoscere il destino del Parma Calcio è il prossimo 19 marzo, in tale data sarà deciso l’eventuale fallimento della società gialloblu e verrà presentata anche una memoria difensiva “a tutela del comportamento della società”.

Poco o nulla conta l’esser scesi in campo nell’ultimo turno di Serie A contro l’Atalanta, le ragioni economiche hanno valenze specifiche che vanno al di là del contesto sportivo della stessa massima serie calcistica. A seguito delle decisioni che verranno prese in sede di giudizio si capirà meglio quelli che saranno gli sviluppi per il Parma anche dal punto di vista sportivo, sia per quanto riguarda il termine della stagione attuale in corso che per le partite rinviate contro Udinese e Genoa, rispettivamente 24° e 25° giornata.

 

Stefano Mastini