SHARE

fischer

Alessandro Soli, consulente di mercato e profondo conoscitore del calcio scandinavo, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di maidirecalcio.com, rilasciando interessanti retroscena su alcuni protagonisti dei campionati del Nord Europa, ecco quanto emerso:

Gustafson del Hacken è il nuovo prospetto più interessante del calcio svedese, ci potrebbe fare un profilo di questo centrocampista?

Parliamo di un calciatore svedese di alto livello, lo reputo uno dei prospetti più interessanti dell’area scandinava. Un numero 10 dalla grande qualità, ottima visione di gioco, buona fisicità, bravo nel mettere i compagni dinanzi alla porta, su di lui si sono mosse molte squadre come la Fiorentina. Possiamo paragonarlo a Kallstrom ma con maggiori mezzi tecnici.

Ha lasciato proprio l’Hacken, Strandberg attaccante diciottenne che avrà l’arduo compito di sostituire Doumbia nel Cska Mosca, secondo lei il club russo ha fatto un affare?

Giocava insieme a Gustafson proprio nel Hacken, molto forte fisicamente, rapido e dotato di un sinistro secco. In passato è stato vicino al Borussia Dortmund ma a causa di un problemino alla caviglia, il suo passaggio in Bundesliga non si è realizzato. Il Cska Mosca ha fatto un grande affare puntando su di lui.

Milosevic e Thelin sono stati protagonisti del mercato di gennaio, trasferendosi al Besiktas e Bordeaux, cosa ci dobbiamo aspettare da questi due talenti nelle nuove realtà?

Milosevic aveva due opzioni concrete: l’Anderlecht dove il ragazzo poteva crescere e il Besiktas che ha fatto una grande offerta sbaragliando la concorrenza. Anche la Lazio si era fatta viva ma quando il passaggio del centrale svedese in Turchia si era già concretizzato, Tare mi ha contattato troppo tardi, purtroppo non c’erano più speranze di portare il giocatore in Serie A. Le squadre nostrane non riescono ad essere tempestive e spesso vengono beffate dai club stranieri. Su Thelin ci ho creduto sempre, infatti il capo osservatori del Mamoe Vito me ne ha parlato davvero bene, il giocatore è fortissimo nonostante non sia rapido, forse non è ancora pericoloso in area di rigore, ma lavorandoci su potrebbe diventare un grande numero 9, purtroppo spesso è stato criticato ma possiede una grande protezione di palla e di testa le prende tutte. Il Bordeaux investendo 4 milioni, cifra dispendiosa per le casse del club francese, si è assicurato un calciatore di ottimo livello.

Come mai un club dalla grande tradizione come il Goteborg non riesce più ad imporsi in Svezia ed in Europa?

Il Goteborg non ha trovato nelle nuove generazioni, talenti in grado di fare la differenza, è adesso il Malmoe la squadra adesso da battere, ma i mezzi finanziari del Goteborg potranno fare la differenza in futuro in un lega che spesso non ha padroni. Contano davvero tanto in un campionato come quelle svedese, avaro di risorse finanziare, gli introiti provenienti dalle coppe europee.

Poulsen del Lipsia potrebbe diventare un centravanti di primissima fascia?

Prima punta forte fisicamente, dalle origini africane, quando giocava nel Lyngby amava svariare su tutto il fronte offensivo, il suo passaggio al Red Bull Lipsia è stato fortemente criticato ma è stata la scelta migliore visto le potenzialità economiche di questo club e la probabile promozione in Bundesliga, nella formazione tedesca è cresciuto davvero tanto diventando anche un uomo squadra.

Nell’Ajax ci sono tre giovani danesi quale di questi la convince di più: Fischer e Andersen(trequartisti) e Boilesen(terzino sinistro)?

Prenderei Fischer, in passato il danese è stato vicinissimo al Milan, i rossoneri l’avevano praticamente preso dopo un grandissimo Viareggio. All’Ajax forse è partito in pompa magna, adesso sta trovando la sua reale dimensione, un bel numero 10, un giocatore da ammirare. Reputo Boilesen un ottimo terzino sinistro.

Si aspettava la rinascita di Kjaer nel Lille?

Appena diciannovenne a Palermo è stato uno dei migliori centrali della Serie A, è passato da essere considerato un fenomeno alle esperienze negative di Wolfsburg e Roma, adesso con i suoi soli 25 anni sembra essere ritornato ai suoi livelli, parliamo un professionista serio e credo che lo vedremo presto nuovamente in un top club.

Lossl nel Guingamp, sta facendo interventi straordinari ed è stato decisivo con una parata eccezionale su Ibrahimovic nella sorprendente vittoria sul PSG, potrebbe essere il nuovo numero uno della Danimarca?

Lossl è un portiere affidabile, costante nelle prestazioni, in passato peccava un pò sulle uscite, quest’anno sta facendo della parate eccezionali soprattutto contro il Psg è stato davvero miracoloso, nella Superligaen era il numero uno. Lossl potrebbe seguire le orme dei grandi portieri danesi, è diventare il titolare in nazionale visto che è molto superiore rispetto ai suoi connazionali.

Odegaard è il 16enne più pagato al mondo, reputa la scelta Real Madrid giusta per la crescita del ragazzo?

Talento interessantissimo, mi preoccupa il passaggio dalla Tippeligaen alla Liga che potrebbe causare un contraccolpo psicologico a questo ragazzino. Il club spagnolo dovrà stargli molto vicino per la sua crescita comunque parliamo di un grandissimo fenomeno per la sua età.

In Germania quest’anno è arrivato Daelhi, il centrocampista insieme ad Odegaard può essere considerato il maggiore talento del movimento norvegese?

Mats Daelhi è un giocatore interessante, brevilineo e molto rapido, nel Friburgo e in nazionale sta collezionando molti consensi visto le sue ottime prestazioni ma il potenziale di Odegaard è veramente al di sopra della media.

Sigurdsson forse non è un lusso per un club come lo Swansea?

Sigurdsson mi ha sempre impressionato sin dai tempi del Hoffenheim e del Tottenham, è un giocatore di qualità, dal piede fantastico, ora sta esplodendo visto le sue enormi potenzialità. Credo che una piazza tranquilla come quello dello Swansea sia stata fondamentale per la crescita dell’islandese, per la sua qualità è tra i primi cinque giocatori della Premier League.

Moisander alla Sampdoria sembra un affare chiuso, come giudica quest’operazione?

Un operazione molto intelligente se fosse confermata, ha la qualità per giocare in Serie A , può essere dirottato sulla fascia, lento ma un attento marcatore, sicuramente potrebbe giocare in club di maggiore livello in Italia, garantirebbe al club ligure di fare un grande passo in avanti, parliamo sempre di un nazionale e di un calciatore dalla grande esperienza internazionale

Eriksen del Tottenham crede che sia destinato ad un top club europeo?

Eriksen è prontissimo per un top club, è il giocatore più importante del Tottenham, tutto il gioco del club londinese passa dai suoi piedi, è cresciuto tantissimo in questi anni. Questo trequartista ha tutte le caratteristiche giuste per giocare in serie A, ma difficilmente lo vedremo in Italia visto i costi elevatissimi di un’eventuale operazione

Nei vari campionati scandinavi, quale giovane merita particolare menzione?

Gustav Engvall: punta centrale classe ’96 dell’ Ifk Goteborg. Fin dal mondiale under 17 disputato negli Emirati Arabi sono rimasto impressionato dalla qualità e quantità di questo ragazzo. Qualità atletiche impressionanti, combatte su ogni pallone, pressa il portare di palla e dimostra anche qualità nella giocata, creandosi spazio con qualità e dimostrandosi abile nella conclusione. Dotato di una fisicità importante, bravo nel gioco aereo. Da tenere d’occhio.
Insieme al già citato Gustafson, Engvall può essere considerato il maggiore prospetto del calcio scandinavo.