SHARE

zeman cagliari

Dopo l’intermezzo firmato Zola e Casiraghi che non ha portato a grossi progressi per quanto riguarda la corsa salvezza, Giulini ha pensato di riportare al timone Zeman, il “maestro” boemo, con la speranza di riuscire a raggiungere l’obiettivo fissato ad inizio anno. Ecco le sue parole durante la conferenza di presentazione, o meglio ri-presentazione: grande affetto per il popolo sardo e la solita voglia di stupire con i giovani.

“Non mi aspettavo di essere richiamato in panchina, ma ci credo ora così come ci credevo ad inizio anno. Per me sono stati novanta giorni persi ed ai giocatori ho detto che abbiamo ancora tutte le carte in regola per salvarci. Non credo che tutti volessero il mio ritorno, ma ho avuto modo di parlare con diverse persone ed in tanti hanno capito che la colpa non era solo mia. Spero che il pubblico ci aiuti e che cambino in fretta i risultati. Mercato? Avevo chiesto Cristiano Ronaldo ma non me l’hanno preso. A parte gli scherzi, lo scopo è sempre quello di crescere con i giovani e molti di quelli che sono arrivati hanno il mio consenso. Brkic è un ottimo portiere, vedremo se sarà il titolare. M’poku giocherà da esterno d’attacco. Rapporto con i senatori? E’ sempre stato buono, poi se loro hanno detto qualcosa su di me non lo so.”

SHARE