SHARE

libro marianella

Il noto telecronista Massimo Marianella ha deciso di riversare parte del suo sapere in un libro che farà felici gli appassionati di tutta Italia. Come riportato da Sky.it, Marianella ha infatti scritto (in collaborazione con Letizia Conte) “Dove ti porta il calcio – Tour d’Europa attraverso gli stadi”, un volume che unisce turismo e conoscenza al mondo del calcio.

Per Marianella, stimatissimo giornalista e voce principale delle partite di Champions League e di Bundesliga per Sky, si tratta di un’opera prima. Il libro sarà edito da Mondadori ed uscirà a fine mese, precisamente il 31 marzo.

In anteprima, Sky.it offre sia la presentazione principale di Marianella riguardo l’avversaria di Champions League della Juventus, ovvero il Borussia Dortmund, che l’intero pdf del libro riguardante le info principali della città tedesca, con storia del club e…ristoranti!

Le parole di Marianella sull’incontro: “Le note del You’ll Never Walk Alone nel mondo del calcio non sono originali, tutte le altre sensazioni che si provano al Westfalenstadion sono però assolutamente uniche. La passione, il calore, i cori, i colori si fondono insieme in un vortice d’entusiasmo che non ha eguali in Bundesliga e probabilmente in Europa. Secondo per fama in patria solo a quello di Berlino, il Gelbe Wand, il muro giallo, è uno dei due casi in Europa in cui un luogo, una parte della tifoseria, identifica universalmente lo stadio e il club. L’ambiente inevitabilmente sarà parte importante dell’Eurosfida con la Juve perché il ritmo che parte dagli spalti alimenta quello in campo e viceversa, ma ovviamente le insidie per i bianconeri in questa trasferta andranno ben oltre il contorno.

La Banda dell’Oro si sta riprendendo e, anche se è reduce da due 0-0 consecutivi in campionato, è una squadra ben diversa da quella inspiegabilmente ultima del girone d’andata. Il recupero degli infortunati (Schmelzer, Reus, Hummels, Piszczek, Blaszczykowski, Gundogan e Bender) una delle chiavi del rilancio, ma ancor più importante è stato l’aver sempre creduto nel loro sistema di gioco e sulla forza del gruppo. Klopp, allenatore tatticamente sopraffino e meraviglioso motivatore, ha saputo convincere tutto l’ambiente che prima o poi la tempesta di sfortuna sarebbe passata e ci sarebbe stato ancora il tempo di levarsi delle soddisfazioni concrete, ma solo a patto di rimanere fedeli a uomini e schemi. Bravo a non far calare l’intensità né in campo né fuori. E’ stato esattamente così perché il Borussia non ha mai cambiato schema tattico, uno ad uno ha recuperato tutte le sue prime firme e sono tornati gol, vittorie e punti. Dopo la pausa invernale al sole di La Manga in Spagna hanno ricaricato le batterie, aggiunto l’unico nuovo acquisto lo sloveno Kampl, prolungato il contratto di Reus quando sembrava un’utopia e sono ripartiti con nuove forze e soprattutto nuove sensazioni.

Per il match contro la Juve il problema principale per Klopp, nel suo 4-2-3-1 potrebbe essere ancora una volta il terzino destro con Piszczek, Grosskreutz e Durm probabilmente ancora tutti out e l’inevitabile conferma di Kirch lì fuori ruolo. Gli altri 3 dietro sicuramente Hummels, Subotic e Schmelzer. Davanti alla difesa la coppia sarà Bender Gundogan e Aubameyang come punto di riferimento offensivo. L’unico dubbio nella linea dei 3 è chi giocherà dall’inizio con Reus e Mkhitaryan. Una maglia che si disputano Kampl, Kagawa e Ciro Immobile. Giocasse l’ex granata andrebbe lui a fare la prima punta con Aubameyang sulla fascia opposta di Reus. Oltre alla fascia destra difensiva, il punto debole del Dortmund resta comunque sempre il portiere Weidenfeller che statisticamente ha solo il 64,7% di tiri parati e per questo in percentuale, tra tutti i portieri del campionato, è al quartultimo posto. Le statistiche regalano altri 2 spunti alla Juventus. In Bundesliga la Banda dell’Oro ha segnato solo 2 gol da fuori area, mentre difensivamente prende un gol ogni 6 tiri e mezzo indirizzati verso la sua porta. Sarà dura all’ombra del muro giallo, ma anche in considerazione dell’andata la Juve resta favorita.”

Scarica il PDF del capitolo esclusivo su Dortmund

SHARE