SHARE

youth league

Se la Roma di Garcia non batte un colpo ormai da troppo tempo, la primavera di Alberto De Rossi è uscita completamente dalla crisi pre-Viareggio ed ora vola a vele spiegate sia in campionato che in Youth League. Per i quarti di finale si presenta al Francioni di Latina il Manchester City di Vieira, una delle academy più preparate e pericolose dell’intera competizione, ma i giallorossi sfoderano una prestazione super, approfittando delle pecche degli avversari e guadagnandosi una semifinale che ha dello storico per le compagini italiane.

La prima frazione di gioco si chiude sullo 0 a 0, ma nella ripresa De Rossi deve già ricorrere alla panchina: Di Livio e Sanabria non ce la fanno, lasciando il posto a Vestenicky e Ndoj. I cambi non risultano poi così deleteri, perchè lo stesso attaccante lituano sblocca la partita portando in vantaggio i giallorossi. La squadra di Vieira attacca, ma la Roma si difende bene e riparte in contropiede, trovando addirittura il raddoppio con una perla di Pellegrini dalla lunghissima distanza. Il rigore di Ambrose al 91′ non cambia il risultato di una partita combattuta, a tratti nervosa (ben tre gli espulsi), ma che porta avanti nella competizione sicuramente la squadra che ha meritato di più. Ecco il tabellino del quarto di finale tra Roma e Manchester City.

Roma-Manchester City 2-1 (62′ Vestenicky, 86′ Pellegrini, 91′ Ambrose)

Roma (4-3-3) Marchegiani, Anocic, Capradossi, Calabresi, Paolelli, Machin (Adamo), D’Urso, Pellegrini, Di Livio (Ndoj), Di Mariano, Sanabria (Vestenicky)

Manchester City (4-3-3) Gunn, Humphries (Nemane), Maffeo, Adarabioyo, Tasende, Bryan, Byrne, Ntcham, Ambrose, Celina (Garcia), Pozo (Kongolo)

Ammoniti: Pellegrini, Maffeo, Ambrose, Byrne, Bryan Espulsi: Bryan, Byrne, Capradossi

SHARE