SHARE

paguic

Sarà Mark Clattenburg, tra i migliori fischietti inglesi, a dirigere la gara di stasera tra Inter e Wolsfburg, ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Si riparte dal 3-1 in favore dei tedeschi maturato nella gara d’andata in Germania, risultato che impone all’Inter di Mancini, una complicata rimonta per continuare a sperare nel sogno europeo. Ieri in conferenza stampa, il tecnico nerazzurro, ha provato a caricare un ambiente depresso dopo l’ennesimo passo falso in campionato, ricordando come il passaggio del turno sia ancora possibile e quanto mai aperto. Ma avere ragione del Wolsfburg, seconda forza in Bundesliga e in gran forma, non sarà affatto semplice; fondamentale non subire altre reti che comprometterebbero definitivamente il discorso qualificazione.

Sono stato troppo ottimista“, aveva dichiarato Roberto Mancini dopo il pareggio di domenica con il Cesena; parole che avevano fatto già rassegnata e costantemente alle prese con i soliti problemi, gli stessi che ne hanno decretato l’ennesimo fallimento sportivo. Ieri tuttavia il tecnico è tornato positivo, caricando l’ambiente, per una rimonta possibile per tre motivi (“perché in tutte le coppe vinte ci sono state rimonte clamorose, perché una serata senza errori prima o poi deve capitare e perché i giocatori vogliono una serata così“). Tra i pali ci sarà ancora Carrizo, confermato nonostante gli errori dell’andata e le critiche ricevute, mentre al centro della difesa riprenderà il suo posto Juan Jesus, dopo aver scontato il turno di squalifica in campionato; non ce la fa Shaqiri, al suo posto Kovacic, alla ricerca della partita della svolta dopo le numerose panchine degli ultimi tempi.

I tedeschi di Hecking dovranno rinunciare al brasiliano Naldo, squalificato, e puntano tutto sulla velocità e la tecnica del trio di trequartisti offensivi, alle spalle dell’unica punta Bas Dost. Occhi puntati su Kevin De Bruyne, pericolo numero uno, già decisivo sette giorni fa.

Di seguito le formazioni ufficiali delle due squadre tra poco in campo a San Siro.

INTER (4-3-1-2): Carrizo, Santon, Ranocchia, Juan Jesus, Campagnaro, Guarin, Medel, Hernanes, Kovacic, Palacio, Icardi. All. Mancini

WOLFSBURG (4-2-3-1): Benaglio, Trasch, Klose, Knoche, C. Rodriguez, Luiz Gustavo, Guilavogui, Caligiuri, De Bruyne, Vieirinha, Bas Dost. All. Hecking

SHARE