SHARE

fiorentina-roma-cronaca

Alle 19:00 va in scena all’Olimpico Roma-Fiorentina, derby italiano di Europa League che sarà decisivo per decretare il passaggio ai quarti di finale di una delle due, dopo l’1-1 dell’andata al Franchi. I giallorossi arrivano alla gara decisi a dimenticare la brutta sconfitta in campionato contro la Sampdoria di lunedì scorso sempre tra le mura amiche, morale del tutto opposto per la Viola dopo il successo in rimonta sul Milan.

COSI’ IN CAMPO – Nella Roma Garcia lascia in panchina Iturbe e De Rossi oltre al deludente Doumbia, rilanciando l’ex Ljajic accanto a Totti e Gervinho. In porta c’è Skorupski, in mediana Florenzi e Keita con Pjanic.

Nella Fiorentina Montella deve fare ancora una volta a meno di Tatarusanu, con Neto che non sta facendo rimpiangere il portiere rumeno. Tornano Mati Fernandez e Borja Valero oltre a Salah e Babacar, conferma per Joaquin mentre è ancora out Mario Gomez.

 

ROMA-FIORENTINA PROBABILI FORMAZIONI (ore 19:00 diretta tv Premium Calcio)

ROMA(4-3-3): Skorupski; Torosidis, Yanga Mbiwa, Astori, Holebas; Florenzi, Keita, Pjanic; Ljajic, Totti, Gervinho
A disp.: De Sanctis, Cole, Spolli, De Rossi, Verde, Iturbe, Doumbia
All.: Garcia

FIORENTINA (4-3-3): Neto; Tomovic, Rodriguez, Basanta, Alonso; Mati Fernandez, Badelj, Borja Valero; Joaquin, Babacar, Salah
A disp.: Lezzerini, Richards, Savic, Pasqual, Vargas, Aquilani, Ilicic
All.: Montella

ARBITRO: Cakir (Tur)

 

Roma-Fiorentina, le conferenze stampa dei due allenatori

RUDI GARCIA –Non sarò mai un peso per questo club, sono innamorato della Roma e se mi renderò conto di non essere più utile mi farò da parte. Finchè i giocatori mi seguiranno proverò comunque ad assecondare il mio sogno di vincere qui, sono venuto per questo. Con questa squadra e in questa piazza, che forse è la più difficile del mondo, credo che sia ancora possibile vincere” ha continuato poi il tecnico francese“I conti però preferisco farli a fine stagione. Sono tranquillo e sereno, dopo la pioggia c’è sempre il sereno. Lasciateci tranquilli. Abbiamo commesso degli errori, è vero, ma soprattutto non dobbiamo commettere l’errore di cadere in troppa euforia o in troppo pessimismo. Prima dovevamo vincere lo scudetto, ora sembra che stiamo lottando per la salvezza. Mi assumo le mie responsabilità, ma ora abbiamo bisogno anche dell’apporto dei nostri tifosi”.

Sui singoli: “Iturbe è stato fuori per un bel po’, difficile che si possa rendere al 100% se uno non riesce a trovare la condizione giusta. Poi ci sono state diverse defezioni in attacco. Gervinho a Rotterdam poche settimane fa è stato straordinario, deve ritrovare il suo livello abituale anche in campionato. Ho fiducia in loro, come ho fiducia in tutti i miei giocatori. Non dobbiamo buttare il bambino con l’acqua sporca, possiamo uscire da questa situazione solo col gioco, oltre che il carattere. Per giocare i ragazzi devono avere fiducia e sarà importante che lo stadio lo faccia sentire durante la partita”. Chiosa finale sul clima all’interno dello spogliatoio con qualche sedia che sembra essere volata dopo lo stop contro la Sampdoria in campionato: “Non c’è niente di vero. Nei nostri spogliatoi non ci sono sedie, ci sono solo panchine”.

MONTELLA – “Non credo in un contraccolpo della Roma per i risultati negativi in campionato e soprattutto non credo che mancherà l’appoggio dell’Olimpico. Se c’è una cosa che temo è proprio l’orgoglio della Roma. La Fiorentina sta bene, è cresciuta e abituata a giocare partite così. Nessuna tensione. Babacar e Gomez sono ok. Noi e loro ci conosciamo benissimo, non ci sono segreti. L’importante è che la Fiorentina faccia il gioco di sempre. Di certo siamo tranquilli, la squadra è ormai abituata a giocare partite così. Siamo cresciuti molto negli ultimi anni, queste sono le partite che aspettiamo e che vorremmo sempre giocare, nell’ultimo periodo abbiamo dimostrato come si fa a battere le grandi”.

 

SHARE