SHARE

neymar medel

Ieri il Brasile ha battuto il Cile per 1-0 in amichevole grazie alla rete decisiva firmata dall’attaccante dell’Hoffenheim, Firmino. A fari discutere però non è stato il gesto tecnico della punta bensì un fallo che ha visto protagonista il centrocampista dell’Inter, Gary Medel, e l’attaccante del Barcellona, Neymar.

LA DINAMICA – Il match si è contraddistinto per il grande agonismo messo in campo dalle due squadre, in particolar modo dai cileni che, come tutte le altre rappresentative sudamericane quando si trovano a giocare contro il titolatissimo Brasile mettono in campo tutto ed anche oltre. La dinamica dell’azione fallosa vede Medel colpire Neymar alla caviglia in maniera del tutto gratuita anche se c’è chi dice che la punta verdeoro abbia simulato, ed in seguito il mediano nerazzurro gli “stampa” i propri tacchetti sul polpaccio. Dopo questo episodio Medel ha anche mollato sempre allo stesso Neymar un pestone alla caviglia a gioco fermo, non rimediando in nessuna di queste circostanze un cartellino.

MA CHE MODI – Nel post-partita del match poco amichevole giocato a Londra, Neymar ha affermato furioso:Se è questo il modo di giocare allora non chiamiamolo più calcio ma arti marziali. Cosa devo fare io? Assolutamente nulla, l’arbitro ha visto tutto quanto accaduto e a me non resta che sopportare il dolore e basta. Ci sono quattro arbitri in campo contando anche gli assistenti, non è possibile che avvengano queste cose”.

PREMIO OSCAR – Medel ha risposto a muso duro al brasiliano sul proprio profilo Facebook ufficiale: “Certi scontri sono normali su di campo da calcio. Alcuni fanno teatro, altri continuano a giocare: peccato che non tutti se ne rendano conto”. Certo non è la prima volta che Medel si rende protagonista di incroci poco carini con i propri avversari, e se è vero che Neymar tende a volte a recitare amplificando di molto i colpi ricevuti è pur vero che la passeggiata sulla sua gamba si poteva tranquillamente evitare.

 

IL FALLO DI MEDEL SU NEYMAR

https://www.youtube.com/watch?t=32&v=WRBUpkXU_hI