SHARE

ngr2.ashx

Conclusa, in terra senegalese, la diciannovesima edizione del Campionato Africano under 20, valida anche come qualificazione per la Coppa del Mondo di categoria.
Otto le nazionali giovanili approdate a questa fase finale: Congo, Costa d’Avorio, Ghana, Mali, Nigeria, Senegal, Sudafrica e Zambia.
Nella partita inaugurale, allo stadio Leopold Sedar Senghor di Dakar, i padroni di casa venivano battuti dai nigeriani per 3-1. Mattatore del match l’attaccante Taiwo Awoniyi, autore di una doppietta nel primo tempo. Provava ad accorciare il Senegal con Sidy Sarr ma la Nigeria con Matthew Ifeanyi ristabiliva la doppia distanza. A seguire, la Costa d’Avorio pareggiava con il Congo, guidato dall’italiano Paolo Berrettini. In vantaggio al 36esimo con Yakou Meite, gli ivoriani venivano raggiunti al minuto 75 grazie alla rete di Silvere Ganvoula Mboussy.
Passate due settimane, nigeriani e senegalesi si ritrovano a contendersi il titolo, dopo aver avuto la meglio, in semifinale, rispettivamente sui ghanesi (2-0) e sui maliani (2-1).
Prima della finalissima il Ghana si assicura il terzo posto superando 3-1 il Mali. La doppietta di Yaw Yeboah (23° e 64°) spiana la strada prima del terzo gol di Clifford Aboagye (70°); riduce le distanze all’84esimo Malick Tourè mentre a due minuti dalla fine il maliano Hamidou Traorè fallisce un calcio di rigore.
Numeroso il pubblico presente allo stadio Leopold Sedar Senghor della capitale per l’ultima e più importante partita del torneo. Al minuto 19 una magia del diciottenne Bernard Bulbwa sblocca il risultato: il numero 7 nigeriano arpiona un pallone con il tacco ed in girata, al volo, fa partire un tiro che lascia di sasso l’estremo difensore senegalese Ibrahima Sy. Sfortunati i bianchi locali al 40esimo quando, a seguito di un calcio d’angolo, sfiorano il pareggio con il colpo di testa del difensore Mouhameth Sane che va ad infrangersi sul palo alla destra del portiere Joshua Enaholo.
Ennesimo titolo per la Nigeria, il settimo nella categoria che conferma cosi la sua supremazia in Africa. Felicissimo il tecnico delle Aquile Volanti Manu Garba, che nel lontano 1983 vinse il trofeo under 20, allora come calciatore.
Miglior giocatore della competizione il centrocampista ghanese Yaw Yeboah, ma anche altri calciatori si sono messi in evidenza, come ad esempio il capitano-goleador nigeriano Muhammed Musa (impeccabile dal dischetto, 4 su 4 per il difensore) ed il connazionale Taiwo Awoniyi, il centrocampista senegalese Sidy Sarr ed il compagno di squadra Ibrahima Wadji.

di Max D’Amato