Inter, Puscas: “Mi ispiro a Ibrahimovic e sogno il primo goal in Serie A”

Inter, Puscas: “Mi ispiro a Ibrahimovic e sogno il primo goal in Serie A”

Puscas

George Puscas, attaccante rumeno dell’Inter classe 1996 ha già fatto il suo esordio con la maglia nerazzurra in Serie A, Coppa Italia ed Europa League offrendo degli spunti interessanti che gli sono valsi anche la prima convocazione con la Romania, senza però scendere in campo. Ora caricato dall’ultima doppietta con la nazionale under 21 del suo Paese, attende con ansia anche la prima rete nel massimo campionato italiano. Intervistato dal ‘Corriere dello Sport’ ha descritto il suo momento all’Inter a partire dai non semplicissimi inizi: “Il goal mi mancava, torno a Milano con ancora più voglia. Aspetto con ansia la seconda convocazione in Nazionale maggiore, sogno di disputare i prossimi Europei in Francia. Inizi? A notarmi fu Casiraghi che mi vide durante un’amichevole con la Nazionale giovanile: quando mi propose di venire in nerazzurro quasi non ci credevo, per me si trattava di un sogno. I primi mesi però non furono rose e fiori, ebbi bisogno di alcuni mesi per abituarmi al vostro calcio ed ora sto raccogliendo i frutti del duro lavoro“.

OBIETTIVI NERAZZURRI – Il giovane interista ha proseguito parlando di Mancini e dei suoi obiettivi in nerazzurro: “Il mister è uno che mi parla molto, questo mi fa enorme piacere oltre ad infondermi fiducia. Ha anche una grande personalità, l’ideale per la crescita di noi giovani. La mia posizione ideale è quella di attaccante centrale, a Napoli in Coppa Italia fui schierato da esterno ma va bene anche così. Vogliamo fare più punti possibili nelle restanti dieci gare di campionato, cercheremo di arrivare il più in alto possibile e far felici i nostri tifosi. Sogno il primo goal in Serie A, magari arriva in occasione della sfida di sabato contro il Parma, chissà…”

IDOLO – Chiusura dedicata all’idolo Zlatan Ibrahimovic: “Mi ispiro sin da bambino ad Ibrahimovic, a dicembre gli ho chiesto la maglia dopo l’amichevole in Marocco contro il Psg, peccato che l’avesse già promessa ad un mio compagno. Dell’Inter attuale mi piace Icardi, in allenamento lo osservo sempre con attenzione. Bravo anche Palacio, fa sempre i movimenti giusti al di fuori dell’area di rigore”.