Roma-Napoli, Garcia: “Non convoco Totti, non voglio rischiarlo”

Roma-Napoli, Garcia: “Non convoco Totti, non voglio rischiarlo”

garcia-roma

Rudi Garcia, allenatore della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match con il Napoli. Ecco le sue dichiarazioni:

ANDATA – Non serve a niente parlare dell’andata, le squadre sono cambiate. Ci saranno due belle squadre, ottimi giocatori, un grande arbitro. Mi auguro che sia una festa, una bella gara. Anche nelle tribune e fuori dallo stadio, poi speriamo di vedere del gioco”.

TOTTI – “Non lo convoco, non voglio rischiarlo. Preferisco che si curi bene, soprattutto faccia una settimana in gruppo prima di tornare. Ci saranno ancora 9 partite, ne abbiamo bisogno. Meglio prendere questa decisione”.

FASE OFFENSIVA“La cosa buona è avere tante possibilità, ne ho 6 in attacco. Metterò in campo un tridente o forse un’altra cosa, ma con giocatori complementari. Questo è importante, bisogna solo valutare che difficoltà possiamo dare a questa difesa del Napoli. Hanno il secondo-terzo attacco della Serie A, una squadra che ha preso anche dei gol. Su queste valutazioni dobbiamo fare la nostra partita. Ho visto negli ultimi giorni intensità, voglia. Mi è piaciuto l’atteggiamento, abbiamo lavorato duro. Bisogna rispondere sul campo”.

IBARBO E ITURBE – “Hanno lavorato bene, soprattutto Victor che aveva bisogno di lavorare tanto. Lui e Doumbia sono molto migliorati, sono vicini al 100%. Su Manuel non c’è niente da dire, è sempre al 200%”.

HIGUAIN – “Higuain è un fuoriclasse, ma non c’è solo lui. Non facciamo un piano anti-qualcuno, ci sono ottimi giocatori. Dobbiamo difendere in 11 come abbiamo fatto in tante gare, l’ultima è la migliore prova che quando siamo forti difensivamente non servono due gol per vincere. Non dico che non giocheremo per fare più di due gol, ma la base è importante. Di ottimi giocatori ne abbiamo, poi ci sarà il momento di parlare di mercato per prenderne altri”.

SECONDO POSTO – “Il piano economico riguarda la dirigenza, ho sempre lottato per ottenere i migliori risultati, così faremo fino alla fine. La cosa piacevole è che domani è una bella gara, ho sempre notato che su queste gare di alto livello i giocatori prendono piacere a giocarle e alzano il loro livello e di conseguenza quello della squadra”.

DOUMBIA – “Non è che non ha avuto problemi fisici, ha avuto questo problema alla schiena che lo ha frenato, abbiamo fatto un lavoro per rimetterlo al 100% fisicamente. Abbiamo concordato con il CT della Costa d’Avorio che tornare dopo la prima gara era una buona cosa, ha potuto lavorare con noi. Sta tornando il Doumbia che conosciamo”.

MAICON – “Sapete tutto di lui, ovviamente ha visto Cugat a Barcellona, le notizie sono buonissime. Ora che è quasi curato deve essere rimesso in condizione, sta lavorando a parte. Piano piano, quando ritroverà la sua condizione, sarà un aiuto per la fine della stagione”.