Roma-Napoli 1-0: Pjanic spedisce gli azzurri all’inferno

Roma-Napoli 1-0: Pjanic spedisce gli azzurri all’inferno

Pjanic RomNapDopo due settimane di fremente attesa è finalmente giunto il momento della verità per Roma e Napoli impegnate nell’arena dell’Olimpico in uno scontro diretto per l’accesso alla Champions League che sa più di gara dei rimpianti. Giallorossi ed azzurri, dovevano infatti essere le squadre in grado di fermare l’inarrestabile Juventus di questi anni, ma non è stato così: se il Napoli ha dato praticamente subito forfait dopo un avvio orribile, la Roma ha tenuto botta più a lungo, prima di sciogliersi da gennaio in poi.

PJANIC SBROGLIA LA MATASSA – Avvio di gara a ritmi decisamente blandi, con 10 minuti abbondanti di studio tra le due squadre, ancora alla ricerca dei giusti automatismi. L’unico sussulto della prima metà di tempo è dato da una punizione insidiosa di Pjanic che si spegne sul fondo, ad interrompere una serie infinita di falli, buoni solo a spezzare il gioco già poco spettacolare. Al 24’ l’episodio chiave del primo tempo, con Florenzi che lavora un buon pallone sulla destra e serve un assist perfetto a Pjanic abile a spiazzare Andujar per il gol dell’1-0. Lo svantaggio non scuote più di tanto il Napoli che complice una scarsa qualità della manovra non riesce a reagire favorendo la tattica giallorossa. Solo nel finale di tempo si riaccende il match, prima con Callejon che tarda troppo la conclusione in area e serve De Guzman, murato da Manolas, e poi con Higuain che tenta il gran tiro a giro da posizione defilata, il quale termina di poco alto. E’ l’ultima chance di un primo tempo prettamente agonistico, sbloccato da Miralem Pjanic.

NAPOLI ALL’INFERNO – Dagli spogliatoi esce un Napoli leggermente più voglioso che ci prova in avvio un paio di volte con il volenteroso Mertens, bravo spesso a liberarsi ma meno nella conclusione sempre disinnescata da De Sanctis. Al 67’ arriva la migliore occasione azzurra della ripresa: percussione di De Guzman e cross girato al volo da Gabbiadini in porta, parato però da De Sanctis con un gran riflesso. Nella fase centrale i ritmi tornano comunque bassi e la gara risulta ancora una volta troppo spezzettata. Nel finale i cambi di Benitez non cambiano di molto l’andamento del match, ed anzi è la Roma a sfiorare il raddoppio con Iturbe bravo a saltare Andujar ma meno nella conclusione. Dopo 4 minuti di recupero intensi, la Roma torna a vincere all’Olimpico  condannando il Napoli fuori dalla zona Champions.

TABELLINO:

Roma-Napoli 1-0 (24’Pjanic)

AMMONITI: De Rossi, Holebas, Torosidis (R), Albiol (N)

ESPULSI:

ROMA (4-3-3): De Sanctis, Torosidis, Astori, Manolas, Holebas (Yanga-Mbiwa), Nainggolan, De Rossi, Pjanic (Paredes), Florenzi (Ibarbo), Ljajic, Iturbe. All.: Garcia

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Jorginho, David Lopez; Callejon (Gabbiadini), De Guzman (Insigne), Mertens; Higuain (Zapata) All.: Benitez

I GOL:

1-0:
https://vine.co/v/OlXAtHqhWxn