Coppa Italia, Fiorentina-Juventus probabili formazioni: Salah-Gomez tra i viola, bianconeri a 4

Coppa Italia, Fiorentina-Juventus probabili formazioni: Salah-Gomez tra i viola, bianconeri a 4

juventus-fiorentina salah

Si gioca stasera al Franchi Fiorentina-Juventus, semifinale di ritorno di Coppa Italia che vede i viola forti del vantaggio per 2-1 conseguito nella gara di andata.

COSI’ IN CAMPO – La compagine toscana ritrova Savic in difesa ma perde Badelj per squalifica a centrocampo; il croato verrà rimpiazzato dall’ex Alberto Aquilani, pronto a dare sostanza e qualità con Mati Fernandez e Borja Valero. Il tecnico Vincenzo Montella conferma poi gli spagnoli Joaquin e Marcos Alonso sulle fasce mentre in avanti fiducia a Salah e Mario Gomez.

Nella Juventus c’è Storari in porta, poi difesa a 4 mentre a centrocampo c’è da segnalare il rientro di Claudio Marchisio. Con Pirlo out Allegri propone dal primo minuto anche Sturaro in mediana e Roberto Pereyra sulla trequarti, dentro pure Vidal. Nel reparto offensivo ci penseranno Tevez e Morata a cercare di attuare la rimonta bianconera.

 

FIORENTINA-JUVENTUS PROBABILI FORMAZIONI (ore 20:45)

FIORENTINA (3-5-2): Neto; Savic, Rodriguez, Basanta; Joaquin, Mati Fernandez, Aquilani, Borja Valero, Alonso; Salah, Gomez.
All.: Montella

JUVENTUS (4-3-1-2): Storari; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Marchisio, Sturaro; Pereyra; Tevez, Morata
All.: Allegri

Arbitro: Massa di Imperia

 

Fiorentina-Juventus, le parole dei due mister in conferenza stampa

MONTELLA “Ho grande stima di Allegri e mi aspettavo che mi dicesse anche la strategia che utilizzerà domani. Scherzi a parte, sarà una gara difficilissima, ma che vogliamo giocarci senza calcoli. Ho letto che Marchisio sarà della gara. Il vantaggio dell’andata è minimo e conta pochissimo. La normalità con cui gioca è la fotografia del nostro modo di intendere il calcio. Salah? Mi ricorda Cuadrado nel suo modo di fare. Pizarro? Non si è allenato col gruppo, è improbabile che giochi. Gomez? Partecipa di più alla manovra, è diventato molto importante. Lui, Babacar e Gilardino stanno facendo molto bene. Mi ha dato una gioia indescrivibile aver visto crescere giocatori che sembravano persi. Tevez? E’ straordinario. Da ex attaccante gli dico di non giocare così tanto…Rossi? Le ultime notizie parlano in maniera ottimistica di un imminente recupero di ‘Pepito’, ma non è ancora in gruppo e non mi risultano tempi brevi come dicono i giornali. Vediamo se ci saranno sorprese. Siamo molto orgogliosi di questo momento della squadra, ma non abbiamo ancora fatto niente: teniamo tantissimo alla Coppa Italia. Abbiamo l’opportunità di eliminare entrambe le squadre ai primi posti in classifica e di fare nostro il trofeo. Napoli-Lazio? La guarderò, ma onestamente non mi interessano i risultati degli altri”.

ALLEGRI – “Andiamo a Firenze per cercare di ribaltare il risultato, non sarà semplice. Servirà una fare gara intelligente in una sfida lunga. Dobbiamo fare due goal di scarto, sia noi che la Fiorentina sappiamo bene come sia importante questa partita. Marchisio? E’ rientrato in gruppo, gli ha fatto bene qualche giorno di riposo. Valuterò se farlo giocare o meno. Pirlo invece da dopodomani dovrebbe ritornare, ne valuteremo le condizioni per le prossime gare ufficiali. Salah? E’ un buon giocatore, la Viola ha fatto un ottimo acquisto. In campo agirà la formazione migliore possibile, tra i pali ci sarà Storari. Giocheremo a quattro dietro sicuramente, questo posso confermarlo già ora. Lo dico a voi subito, visto che l’altra volta ho giocato a tre a sorpresa e Montella lo sapeva. Qualcuno deve averglielo detto… Abbiamo recuperato energie, la squadra sta bene fisicamente e mentalmente. I favoriti sono loro in questo momento, hanno il risultato dalla loro. Sono in un ottimo momento, stanno giocando un buon calcio, stanno facendo ottimi risultati. Dobbiamo stare dentro la partita per tutti e 100 minuti. Servirà pazienza e due goal di scarto per passare il turno e arrivare in finale di Coppa Italia. All’andata non abbiamo sbagliato partita, ma sul goal di Salah e una parte del secondo tempo dovevamo fare meglio”.