Pellegrini: “21 punti per la Champions. Non temo per il mio lavoro”

Pellegrini: “21 punti per la Champions. Non temo per il mio lavoro”

manuel-pellegrini

Sei punti su 15 disponibili nelle ultime 5 partite, frutto di due sole vittorie e ben tre KO, con lo score di 7 reti messe a segno e 4 subite, che hanno fatto rapidamente passare il Manchester City, da unica vera anti-Chelsea in lotta per il titolo inglese, ad addirittura quarta forza della Premier League alle spalle di Arsenal e soprattutto Manchester United. Brucia parecchio l’ultima sconfitta in campionato rimediata proprio ieri in casa del redivivo Crystal Palace per 2-1, che è costata appunto il doppio sorpasso ai danni dei ‘Citizens’, oltre a far traballare la già non solidissima panchina di Manuel Pellegrini, accreditato da molti supporter come vero grande responsabile della debacle dei biancoazzurri. Ora la zona Champions diretta è a -1, mentre la vetta occupata dagli uomini di Mourinho dista addirittura 9 lunghezze, con i ‘Blues’ che hanno ancora una gara da recuperare. L’allenatore cileno del City, si è così difeso dopo la sconfitta di ieri, ai microfoni di ‘Sky Sport’, puntando il mirino sull’obiettivo Champions League.

MENO 21 – Non sono preoccupato per il mio lavoro che è una cosa a cui non mi sono mai stato interessato. Non ho mai avuto paura, faccio il mio lavoro, sono molto felice. La squadra forse sta vivendo una stagione difficile, ma non preoccupatevi per me. Non stiamo pensando al Chelsea, o al titolo. Stiamo solo cercando di vincere le nostre gare. Palace? Questo è un duro colpo e alla fine della stagione è sempre costoso perdere punti. Le prossime sette partite sono molto importanti. Il posto Champions è solo a uno o due punti quindi dobbiamo continuare a fare il maggior numero di punti possibile, ce ne sono 21 a disposizione e tutto quello che vogliamo è vincerle tutte”.