Scusate se segno…Carlos Carbonero (Verona-Cesena 2014/2015)

Scusate se segno…Carlos Carbonero (Verona-Cesena 2014/2015)

carbonero

 

Il Cesena ha investito nella campagna acquisti della scorsa estate su Carlos Carbonero, giovane centrocampista di indole offensiva giunto in prestito dagli argentini del River Plate. Una delle tante scommesse low coast del direttore sportivo bianconero, Rino Foschi. Ed 24enne colombiano, dopo aver capito il calcio italiano ed essersi finalmente adattato, ha ripagato tanta fiducia con l’importante gol che ha dato il là alla rimontona dei romagnoli, capaci contro il Verona di passare da un passivo di 3-0 ad un roboante 3-3 in nemmeno un quarto d’ora. Carbonero ha siglato il primo gol dell’impresa, marcatura che rappresenta anche la sua prima gioia personale in Serie A.

TIROCINIO – Interpellato in proposito, lo stesso Carbonero ha dichiarato: “Dopo il terzo gol del Verona sapevamo che era quasi impossibile ma non abbiamo mai mollato e siamo riusciti a trovare un pareggio incredibile. Il Cesena ci ha sempre creduto, abbiamo continuato a giocare e poi è arrivato il gol. Sono molto contento per aver segnato la mia prima rete nel calcio italiano, ma la mia felicità è dovuta soprattutto per il risultato della squadra. Ho pagato un periodo di adattamento al calcio italiano ma continuo a lavorare per migliorarmi. Dedico questo gol a me stesso e alla mia famiglia”.

LA CARRIERA – Carbonero, all’anagrafe Carlos Mario Carbonero Mancilla, è nato a Bogotà, in Colombia, il 25 luglio 1990. Comincia la propria carriera nell’Academia Futbol Club dove le sue caratteristiche fisiche (1.79cm per 74 kg di peso) ne fanno una rapida ala offensiva, per di più il ragazzo sa destreggiarsi bene sia a destra che a sinistra. Nel 2010 passa all’Atletico Huila dove viene impiegato in 41 partite segnando ben 9 gol, mentre l’anno prima Carbonero era finito in tre occasioni sul tabellino dei marcatori in 23 presenze.

STEP BY STEP – Nel 2011 arriva la prestigiosa chiamata dell’Once Caldas, squadra che negli ultimi dieci anni ha vinto una Copa Libertadores ed un Clausura colombiano. Qui Carbonero cerca di farsi spazio con 4 gol in sole 18 partite giocate, per lo più scampoli di gara, poi dal 2011 comincia il suo peregrinare nel ben più prestigioso massimo campionato argentino: gioca prima con l’Estudiantes (dieci presenze ed un gol), poi all’Arsenal Sarandì nel 2012/2013 (51 partite e 5 reti) infine nel 2013/2014 è il River Plate a decidere di puntarci su, venendo ripagato con 8 gol in 36 match.

PRIMA GIOIA – Lo scorso 28 agosto 2014 arriva la chiamata del calcio europeo, alla quale Carbonero dice di si: lo prende il Cesena grazie anche ad una collaborazione con la Roma, e da lì in poi il giovane vedrà il campo in 11 occasioni, fino al gol segnato al Verona. Carbonero ha anche già esordito nella Nazionale della Colombia per due volte, una nel 2011 ed un’altra nel 2014 contro il Giappone ai Mondiali brasiliani.

 

CARLOS CARBONERO SEGNA IN VERONA-CESENA 3-3