Ponciroli (direttore Calcio2000): “Spero che Benitez rimanga a Napoli”

Ponciroli (direttore Calcio2000): “Spero che Benitez rimanga a Napoli”

ponciroli

Fabrizio Ponciroli, direttore di Calcio2000 ed editorialista di Tuttomercatoweb, è intervenuto durante il programma radiofonico Zona Calcio in onda sulle frequenze di Radio Stereo 5, ecco quanto emerso: “Purtroppo lo scorso turno di campionato è stato sfavorevole al Napoli, nonostante una buona prestazione all’Olimpico i partenopei hanno perso contro una Roma che certamente non sta attraversando un ottimo periodo di forma, sulla serie negativa dei giallorossi hanno inciso parecchio le dichiarazioni d’inizio anno di Garcia che parlava di una squadra pronto per lo scudetto. Per quanto riguarda la semifinale di Coppa Italia, vedo favorito il Napoli soprattutto se riuscisse a sbloccare la partita nei primi trenta minuti, ma attenzione alla tenuta fisica della Lazio, squadra ben organizzata grazie alla sapiente gestione del tecnico Pioli che non solo ha reso De Vrij uno dei difensori più affidabili del campionato ma ha soprattutto permesso a Felipe Anderson di fare il definitivo salto di qualità”.

Capitolo Mercato: “Callejon è destinato a lasciare Napoli, il suo ciclo nella squadra partenopea oramai è concluso. Hamsik potrebbe seguire le sorti dell’ala spagnola qualora rimanesse Benitez, al posto dello slovacco vedrei bene Vazquez, l’argentino ha il potenziale del campione e forse è il momento giusto per acquistarlo prima che esploda. Dybala invece andrà all’estero, Zamparini vuole monetizzare al massimo dalla cessione del suo gioiello, credo che si ripeterà un’operazione tipo Pastore”

Capitolo Benitez: “Spero che il tecnico spagnolo rimanga anche la prossima stagione, per il bene del Napoli e del calcio italiano, il nostro movimento calcio ha bisogno di uomini come Benitez. In caso di mancato rinnovo, Spalletti sarebbe l’ideale mentre puntare su Mihajlovic potrebbe essere rischioso”

La crisi della milanesi: “Per il Milan dipenderà tutto dalle vicende societarie, con l’arrivo di nuovi soci ci sarà possibilità di investire sul mercato, invece se restasse Berlusconi i rossoneri sarebbero costretti a cedere i giocatori più importanti e puntare al risparmio. La situazione dell’Inter è veramente difficile, nessuno è in grado di prendere le redini di questa squadra, se fossi Yaya Tourè, nonostante il rapporto che lega la stella ivoriana a Mancini, non accetterei mai la corte dei nerazzurri”