Calcio a 5: promozione sospetta per Sammichele con 20 gol in 20 minuti

Calcio a 5: promozione sospetta per Sammichele con 20 gol in 20 minuti

sammichele

Fa discutere quanto avvenuto nel match Kroton Calcio a 5-Sammichele che ha assegnato a quest’ultima la promozione in Serie A/2. Sulla partita di futsal è infatti piombata la Procura Federale guidata da Stefano Palazzi per indagare sull’esito finale, ritenuto sospetto stando a diversi aspetti che non vanno. Il Sammichele si giocava la promozione con il Cisternino, il quale ha sollecitato un intervento da parte degli organi di controllo: le due compagini pugliesi, militanti nel girone F della Serie B, hanno giocato a distanza una contro l’altro sabato 4 aprile vivendo in pratica un vero e proprio spareggio per salire di categoria visto che in classifica erano entrambe prime a 52 punti, con una parità che si portava avanti anche negli scontri diretti e nel computo totale di gol segnati e subiti negli stessi. Il paletto stabilito per decretare chi fra le due avrebbe guadagnato la promozione riguardava perciò la differenza reti generale riguardante l’intero campionato, con il Cisternino che godeva di un vantaggio di 4 gol sui diretti concorrenti e che ha conseguito un comodo successo per 6-1 in casa del Fata Morgana, compagine dei bassifondi della classifica.

QUALCOSA NON VA – E’ andata meglio al Sammichele però, capace di vincere in Calabria con uno score mostruoso frutto di 20 gol realizzati in 20 minuti, 12 dei quali negli ultimi 5 istanti di gioco. E’ quanto denunciato dal Cisternino, per il quale la Procura Federale ha il dovere di indagare alla Procura Federale “affinché possa, sulla base dei fatti rappresentati, fare luce e chiarezza sull’andamento della gara svoltasi in data 4 aprile 2015 tra A.S. Kroton e Polisportiva Sammichele”. Il Cisternino avrebbe prodotto anche una registrazione audio di proprietà dell’emittente calabrese Sud Tv, estratta dalla trasmissione sportiva Secondo Palo.

TUTTO NORMALE – Nell’occhio del ciclone ci sono i contestatissimi 5 minuti finale della partita durante i quali il Kroton ha saputo che il Melito, diretta concorrente per la salvezza, si era conclusa con la sconfitta di quest’ultimo, è cominciato il “banchetto” del Sammichele, vittorioso alla fine per 25-3, un risultato che ha ribaltato del tutto le gerarchie di classifica stabilite con la differenza reti che prima del match avrebbe premiato il Cisternino. Rappresentanti del Sammichele giustificano il tutto spiegando all’edizione odierna de ‘Il Fatto Quotidiano’ che “abbiamo giocato con il portiere di movimento per tutta la durata dell’incontro, in cui i valori tecnici messi in campo pendevano tutti dalla nostra parte. Non c’è nulla di strano, semplicemente abbiamo attaccato dal primo all’ultimo minuto”.

MANCANO I VIDEO – Fa discutere però l’assenza di una registrazione completa della partita del Kroton, che viene invece filmato ogni qualvolta scende in campo da una emittente locale, mentre la diretta streaming garantita dal sito web del Sammichele è saltata proprio negli ultimi 7 minuti. La società barese dichiara su questo aspetto: “Non si tratta di un servizio obbligatorio ed è noto che anche in altre occasioni ci sono stati problemi di trasmissione visto che viene utilizzata la connessione da cellulare mobile. In più non si riescono a reperire nemmeno le azioni salienti di Kroton-Sammichele; nel frattempo la Procura Federale indaga ed anche la Divisione Calcio a 5 ha fatto sapere che gli atti sono stati messi a disposizione agli organi preposti per una valutazione di competenza che dovrebbe richiedere due settimane di tempo per le opportune analisi. Infine, scherzo del destino, Sammichele e Cisternino si affronteranno domani per le Final Eight di Coppa Italia…