Serie B: Vicenza-Avellino 1-0, Cocco punisce gli irpini e aggancia il Bologna

Serie B: Vicenza-Avellino 1-0, Cocco punisce gli irpini e aggancia il Bologna

Vicenza

Nell’anticipo della 35a giornata di Serie B Andrea Cocco regala una vittoria fondamentale al Vicenza contro l’Avellino: andiamo ad analizzare come la squadra di Marino ha raggiunto il Bologna al 2° posto in classifica.

 

CHIAVE TATTICA – Nei primissimi minuti parte bene l’Avellino: la personalità e il pressing alto degli irpini spaventano i padroni di casa che, in particolare, cercano di limitare per quanto possibile Trotta. Rastelli propone per il suo Avellino un inedito 4-3-1-2 al posto del consueto 3-5-2, forse una mossa a sorpresa per scardinare le certezze avversarie e trovare maggiori spazi davanti. La gara però è tutto fuorché spettacolare, soprattutto considerando che nessuno vuole rischiare più di tanto: la posta in palio è indubbiamente alta, la cautela risulta prioritaria. L’eccessiva voglia di non prenderle stona leggermente con i moduli offensivi odierni di Marino e Rastelli, due allenatori comunque votati ad un gioco d’attacco (specie il primo). Solo l’erroraccio di Chiosa che spiana la strada a Cocco cambia decisamente l’attitudine delle due squadre, con l’Avellino alla ricerca del pareggio con più convinzione (e, di conseguenza, con un baricentro un po’ più alto). Gli irpini aumentano di minuto in minuto la statistica del possesso palla, scegliendo di giostrare il pallone per trovare il varco giusto. Il Vicenza si copre bene anche grazie al lavoro di Laverone che svaria tra attacco e centrocampo. Per recuperare la gara Rastelli cerca la carta Sbaffo, che gli consente maggiore propensione offensiva e cambi di modulo in corsa rispetto al più statico Arini, ed infatti l’ex Chievo porta nuova linfa vitale nell’attacco biancoverde. Vicenza che sente la pressione e si rivela meno accorto nell’impostazione della manovra, ripartendo di meno e consentendo all’Avellino di mantenersi alto. Negli ultimi minuti tridente pesante per Rastelli che butta Comi nella mischia per giocare di più sui palloni aerei, il modulo diventa quindi un 4-3-3. La conseguenza di ciò è un centrocampo che fa meno filtro: il Vicenza prova ad approfittarne mettendo in moto dei contropiedi volti al raddoppio. Il risultato però non cambia e Vicenza-Avellino termina 1-0: Marino, con una partita meno spavalda, porta a casa 3 punti d’oro contro un Avellino forse troppo sornione per gran parte di partita e che potrebbe addirittura rischiare di perdere svariate posizioni nella giornata di domani.

PROTAGONISTI – Con 17 gol in campionato, Andrea Cocco conferma di essere un attaccante letale per la Serie B. Inevitabilmente diviene lui il primattore del match: il suo gol di rapina è frutto di malizia ed esperienza. Da sottolineare, fino al gol subito dalla sua squadra, anche la prova di Soumarè: Rastelli lo schiera in trequarti appositamente per inibire Di Gennaro con una marcatura prettamente difensiva, che porta anche dei frutti nel primo tempo.

LA GIOCATA – Nelle scuole calcio la prima cosa che viene insegnata al difensore è quella di non far mai rimbalzare il pallone troppe volte nella sua zona. Chiosa deve averlo dimenticato e, paradossalmente, mette in secondo piano la grande intuizione di Cocco con un errore da principiante. L’attaccante sardo, però, è veramente bravo a sfruttare l’indecisione del suo marcatore con una perfetta scelta di tempo fisica e una grande lettura di palla, controllando e difendendo la sfera per poi concludere con precisione.

IL MOMENTO – Sempre Andrea Cocco nel cuore della partita: il gol infatti nasce da un’iniziativa autonoma dell’attaccante che decide, momentaneamente, di non tenere la posizione di riferimento offensivo per andare a pressare da dietro. Mossa azzeccatissima che regala al Vicenza 3 punti pesantissimi tramite un episodio estemporaneo. Nonostante il non pari dell’Avellino, vale la pena di considerare l’impatto positivo di Sbaffo sulla gara, purtroppo non funzionale al possibile segno “x” del Menti.

 

 

 

TABELLINO VICENZA-AVELLINO

FORMAZIONI
VICENZA (4-3-3): Vigorito 6; Sampirisi 6, Brighenti 6, Manfredini 6, D’Elia 6; Cinelli 5,5, Di Gennaro 5,5, Moretti 6 (81′ Sbrissa s.v.); Laverone 6,5 , Cocco 7 , Giacomelli 6 (69′ Vita 5,5). All. Marino 6

AVELLINO (4-3-1-2): Gomis 5,5; Pisacane 6, Ely 6, Chiosa 5, Bittante 6; Konè 5,5, Arini 5,5 (46′ Sbaffo 6), Schiavon 6 (70′ D’Angelo 6); Soumarè 6 (77′ Comi 5,5); Trotta 6, Castaldo 5,5. All. Rastelli 5,5

AMMONITI: Moretti, Di Gennaro (V) – Chiosa, Arini, Sbaffo, Schiavon (A)

MARCATORI: 37′ Cocco

ARBITRO: Pinzani