Montella scuote la Fiorentina “Voglio temperamento e professionalità, non depressione”

Montella scuote la Fiorentina “Voglio temperamento e professionalità, non depressione”

montella-fiorentina-empoli

Dopo la brutta sconfitta contro la Juventus è tempo per la Fiorentina di ributtarsi nel calcio giocato, domani c’è in programma la difficile trasferta di Napoli contro gli azzurri di Benitez. Oggi Vincenzo Montella si è recato nella sala stampa Manuela Righini dello stadio Artemio Franchi di Firenze per la consueta conferenza stampa pre-match.

CONFERENZA STAMPA MONTELLA Queste le parole di Vincenzo Montella in conferenza stampa “Ho fatto delle valutazioni dopo la partita contro Juventus, è una questione archiviata. Adesso affrontiamo una squadra forte come il Napoli, dobbiamo essere bravi ad approfittare del loro momento. Dovremo essere bravi a indirizzare la partita a nostro piacimento, non sarà facile perché affrontiamo un avversario vigoroso e di temperamento. Babacar non si è allenato. La squadra non è stanca fisicamenteSul discorso di Della Valle nel post Juventus Della Valle è sempre presente, anche oggi abbiamo parlato, il presidente è consapevole e dispiaciuto, magari pensava, come noi, di essere in finale. Dobbiamo però pensare a domani, perchè possiamo migliorare la nostra classifica, poi penseremo a giovedì all’Europa League“.

Sul finale di stagione “In questo finale di stagione servirà condizione sia fisica che mentale, i risultati portano risultati, dobbiamo cercare di rimanere nel gruppone fino alla fine, non è questione di chi corre di più, alle volte si ottengono meno risultati correndo di più, lo dicono i numeri, la mia squadra alle volte corre di più e perde” tornando poi al match contro la Juventus di Tim Cup “Sappiamo che abbiamo sbagliato contro la Juventus, però siamo arrivati nuovamente a questa fase della stagione a giocarci tutto, quindi stiamo facendo una buona stagione, la fame c’è, anche se bisogna stare attenti a mangiare tutto” rispondendo a una domanda su Badelj “Pensiamo che un calciatore debba dimostrare tutto e subito, ma il nostro calcio è difficile da comprendere, adesso lui sta facendo bene”.

Sul duello a distanza HiguainGomezMi tengo il mio, non gioco al fantacalcioparlando poi di futuroNoi parliamo troppo di calciomercato, è inutile in questo momemtno della stagione, non vedo al necessità di parlare di mercato. A Della Valle piace l’identità della Fiorentina, da parte mia c’è voglia di fare e dimostrare sempre di piùsulla decisione di De Laurentiis di varare il ritiro anticipato “Il ritiro anticipato serve? Non vedo lati positivi o negativi, non so se sia utile, c’è chi è più scontento, chi a va bene uguale e chi piace, sono pochi. L’unica cosa positiva del ritiro credo possa essere data dal fatto che non ci siano distrazioni, soprattutto per chi ha famiglia” sulle condizioni BabacarBabacar non si è allenato per un problema fisico“.

La Fiorentina a NapoliMi aspetto temperamento e professionalità, sicuramente non depressione, dobbiamo voltare pagina con velocità, i grandi calciatori devono fare così soprattutto dopo sconfitte cosìsull’orario e il clima “Conta un po’ l’orario di gioco, soprattutto per quanto riguarda il clima, toccherà giocare a 25 gradi, sarà molto umido, non è un alibi ma non vedo una logica giocare al sud alle 3 in questo momento della stagione” sull’addio di MaciaDispiace l’addio di Macia, c’è stata una grande collaborazione, grande rispetto umano e professionale, lui si è lasciato bene con tutti, sono contento che vada a portare avanti il suo percorso di crescita, gli faccio un grosso in bocca al lupo, chissà che non ci si riveda in futuro”.

Chiosa sui singoli, Pizarro in primis “Noi abbiamo coscienza della situazione di Pizarro soprattutto a livello medico, l’abbiamo convocato perchè era guarito, magari ha avuto una ricaduta in nazionale ma sta al giocatore, adesso sta bene ed è convocato” su NetoAndiamo avanti con Neto perchè Tata non sta bene del tutto. Dobbiamo attingere a tutti i serbatoi di risorse che abbiamo a disposizione” su Jorginho possibile obbiettivo di calciomercato violaJorginho è un buon giocatore, ma io non ne ho mai parlato di portarlo a Firenze con la società, lo stimo ma non ne abbiamo mai parlato“.

 

Stefano Mastini