SHARE

spurs

SPURS E I SUOI BIG THREE NELLA STORIA – Mancano 4 giorni alla fine della regular season in Nba. Quasi tutto è ancora aperto per la lotta playoff, con l’est a dover ancora decidere chi occuperà le ultime due posizioni (Brooklyn e Boston in vantaggio), e l’Ovest con una lotta davvero serrata tra il secondo ed il sesto posto. Proprio in questa situazione è immischiata, tra le altre, anche San Antonio. La franchigia magistralmente allenata da Greg Popovich è arrivata al finale di stagione in una forma incredibile. Dieci vittorie di fila, di cui le ultime due contro gli Houston Rockets, che hanno rilanciato le ambizioni degli Spurs, un po’ sottovalutati dall’opinione comune dopo un inizio di stagione sottotono. Dieci vittorie che valgono, per ora, il terzo posto nella Western Conference, con Memphis seconda distante solo mezza partita, e che proiettano la squadra texana di diritto tra le favorite della vittoria finale, posizione abituale per gli Spurs, che però quest’anno avevano creato qualche dubbio in merito. Intanto nell’ultima settimana sono stati battuti due record Nba proprio da San Antonio: in ordine, c’è stato prima il record di 18 stagioni di fila con un record di vittorie in stagione regolare oltre il 60 %, impresa mai riuscita a nessuno, poi è arrivato anche il record per Duncan, Parker e Ginobili, che hanno giocato insieme 731 partite (già a 730 era record). Inoltre a breve questi 3 magnifici giocatori supereranno probabilmente un altro record insieme: quello del maggior numero di vittorie, per ora appartenente a McHale, Bird e Parish in maglia Celtics, a quota 540, solo 3 in più dei big three degli Spurs.

gallo

GALLO ON FIRE – Notte davvero di fuoco l’ultima vissuta da Danilo Gallinari. Tre settimane dopo aver centrato il nuovo career high a quota 40, l’ex Milano esagera e ritocca il suo record personale fino a 47 punti. Una prestazione incredibile dell’italiano che nonostante con i suoi Nuggets non abbia più niente da chiedere alla stagione, continua a dare il massimo confermandosi in ottima forma fisica e mentale. Nella sconfitta casalinga 144 – 143 contro i Dallas Mavericks, Gallinari in 45 minuti (due supplementari compresi) ha tirato col 65 % dal campo (15/ 23, di cui 7/12 da tre) e il 100% dalla lunetta, realizzando tutti e 10 i tiri liberi tentati. Insomma, il Gallo si sta solo scaldando per la prossima stagione che potrà vederlo grande protagonista.