Parma-Juventus 1-0, l’analisi della sfida in quattro punti

Parma-Juventus 1-0, l’analisi della sfida in quattro punti

mauri coman

Parma-Juventus è il terzo risultato utile consecutivo per i ragazzi di Donadoni, senza stipendio ma mai senza orgoglio: tanta grinta ed una Juventus distratta garantiscono tre punti meritati alla compagine emiliana. Finisce 1 a 0, con il gol di Josè Mauri a suggellare la grandissima prestazione dei ducali: tante cose da rivedere in una Juventus fortemente rimaneggiata. Dei titolari mancavano Buffon, Evra, Bonucci, Pogba, Pirlo, Tevez e Morata nell’undici iniziale, sostituti decisamente non all’altezza nella giornata di oggi.

CHIAVE TATTICA Dopo la partita perfetta a Firenze la Juventus va knock out mentalmente e tatticamente prima che fisicamente: anche nel primo tempo, quando la squadra ha tenuto bene dal punto di vista fisico, ha creato poco o niente. Con un Parma onesto e ben messo in campo ma non certo irresistibile per i valori tecnici assoluti dei bianconeri quello che è mancato è stata la fase di impostazione, totalmente assente. Con Pirlo out sono mancati i due vertici della squadra che solitamente creano gioco assieme a Marchisio, quest’oggi mai aiutato e predicatore nel deserto: l’elastico di Tevez e gli scarichi su Bonucci sono due dei segreti della grande stagione del centrocampista torinese, che quest’oggi ha visto crollare due granitiche certezze, di certo non colmate da Ogbonna e Coman. Infatti, se il difensore si è fatto vedere pochissimo lasciando di fatto Chiellini a lanciare lungo 40 metri (!), dal francesino ci si aspettava molto di più: troppo schiacciato contro la difesa, deve ancora metabolizzare che nel calcio tutti devono aiutare tutti.

PROTAGONISTI Pedro Mendes e Josè Mauri sono stati senza dubbio i migliori del match: il difensore portoghese ha contenuto benissimo Coman, lasciando le briciole al talentino francese con una prestazione maiuscola dal punto di vista fisico, il mediano argentino è stato il più battagliero a centrocampo, facendo sfigurare il guerriero Vidal, fra i peggiori in campo. Bruttissima prestazione per Angelo Ogbonna, che ha fatto sentire la mancanza di Bonucci in fase di costruzione, delegando ai lanci non sempre precisi (eufemismo) di Chiellini.

LA GIOCATA Da sottolineare una delle poche occasioni in cui ha funzionato l’asse Llorente-Coman: sponda dello spagnolo, il francese parte da dietro e si infila nello spazio fra Feddal e Mendes, murato poi da Mirante. E’ l’occasione migliore per i bianconeri assieme ad un colpo di testa di Vidal su calcio da fermo: nel resto del match il francese è partito troppo schiacciato verso i difensori avversari, venendo sovrastato sistematicamente.

IL MOMENTO Ribaltamento di fronte favorevole al Parma, scivola Chiellini ancora una volta dopo Dortmund: filtra il pallone per Belfodil che alza la testa e vede l’accorrente Mauri. Piattone del centrocampista argentino classe 1996, Storari rivedibile, vantaggio del Parma. E’ l’istantanea del match, con la Juventus che che ha creato pochissimo: la testa è già martedì, quando arriverà il Monaco allo Stadium.

TABELLINO E PAGELLE DEL MATCH

PARMA-JUVENTUS 1-0 16′ st Mauri

PARMA (3-5-2) Mirante 6.5; Santacroce 6 (35′ st Cassani sv), Mendes 7, Feddal 6.5; Varela 6, Nocerino 6.5, Jorquera 6, Mauri 7 (37′ st Lila sv), Gobbi 6; Belfodil 6 (dal 41′ st Prestia sv), Ghezzal 5. Allenatore: Donadoni. A disposizione: Bajza, Iacobucci, Costa, Erlic, Mariga, Palladino, Coda.

JUVENTUS (4-3- 1-2) Storari 5.5; Lichtsteiner 5.5, Ogbonna 5, Chiellini 6, Padoin 6; Sturaro 6.5 (dal 23′ st Pepe 5.5), Marchisio 6, Vidal 5; Pereyra 6 (dal 18′ st Morata 5.5); Coman 5.5 (dal 35′  Vitale sv), Llorente 5. Allenatore: Allegri. A disposizione: Rubinho, Audero, De Ceglie, Evra, Bonucci, Marrone, Matri.

NOTE ammoniti Marchisio, Chiellini, Mendes, Jorquera e Ogbonna per gioco scorretto, Gobbi per comportamento non regolamentare.