Atalanta-Sassuolo, formazioni ufficiali: ancora out Simone Zaza

Atalanta-Sassuolo, formazioni ufficiali: ancora out Simone Zaza

zaza berardi

Diramate le formazioni ufficiali di Atalanta-Sassuolo: situazione tesa all’Atleti Azzurri dopo la contestazione della tifoseria, la squadra è chiamata ad una reazione d’orgoglio in virtù dell’ennesimo stop del Cagliari. In campo solito 4-2-3-1 o 4-4-1-1 che dir si voglia con Gomez e Zappacosta sugli esterni e Moralez a supporto del Tanque Denis. Risponde il Sassuolo col solito tridente: rientra Sansone dopo il turnover della scorsa settimana, ancora out Zaza.

ATALANTA: Sportiello; Benalouane, Biava, Stendardo, Dramè; Zappacosta, Cigarini, Carmona, Gomez; Moralez, Denis.
A disp: Avramov, Scaloni, Masiello, Del Grosso, Rosseti, Baselli, Migliaccio, Estigarribia, D’Alessandro, Emanuelson, Bianchi, Boakye.
All. Edoardo Reja

SASSUOLO: Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Longhi; Brighi, Missiroli, Biondini; Berardi, Floccari, Sansone.
A disp: Pomini, Polito; Bianco, Natali, Fontanesi, Mandelli, Lodesani, Sereni, Floro Flores, Lazarevic, Zaza.
All. Eusebio Di Francesco

LE PAROLE DI EDI REJAContro il Sassuolo, l’anno scorso iniziò il crollo dell’Atalanta stavolta vogliamo che accada l’esatto contrario. Loro hanno attaccanti importanti e buona organizzazione, ma noi non abbiamo scelta: dobbiamo vincere. Bergamo deve tornare a essere l’antico fortino dove chiunque passava domeniche difficili. Da quando sono qui abbiamo finito in undici solo una volta. Ora basta espulsioni, non ce lo possiamo più permettere. I tifosi ci hanno dato una grande carica. Hanno detto la loro e li abbiamo ascoltati, giusto che quando ci si incontra ognuno esprima le sue sensazioni. Ma ci hanno anche promesso sostegno dal primo al 90′. L’importante è onorare sempre la maglia. Domani voglio un’Atalanta aggressiva fin da subito, non voglio ripetere i primi venti minuti contro il Torino, che sono stati imbarazzanti. Servirà carattere e consapevolezza nei nostri mezzi“.

LE PAROLE DI EUSEBIO DI FRANCESCOSperiamo di continuare la nostra buona tradizione contro l’Atalanta. Sarà una partita difficile, giocheremo in un ambiente molto particolare, che stanno caricando perché necessitano di punti. Vogliamo continuità di risultati dopo un periodo in cui abbiamo alternato buone prestazioni a prestazioni meno buone. L’obiettivo deve essere fare più punti possibili, per conquistare matematicamente quanto prima la salvezza e poi ritrovare il nostro modo di giocare. Spero di rivedere gli atteggiamenti giusti che abbiamo avuto contro il Chievo, in quella partita abbiamo saputo soffrire insieme e mi sono piaciute la predisposizione e la disponibilità dei ragazzi a giocare una partita di sacrificio, da provinciale, mettendoci anche qualità nella manovra offensiva. La squadra ha un’ottima condizione fisica e deve solo riprodurla in campo. L’infortunio di Taider? Mi auguro di riaverlo a disposizione il prima possibile perché a centrocampo ho solo tre uomini“.