SHARE

veron

Lo scorso anno dopo il 3-0 impartito dal suo Estudiantes al San Lorenzo Juan Sebastian Veron aveva parlato di termine della propria carriera dichiarando ufficialmente “Non avrei potuto avere un finale di carriera migliore. In un modo o in un altro sarò sempre dell’Estudiantes: questa è la mia casa, io sono nato qui”. Ecco allora che, dopo appena una stagione forse in concomitanza anche con quello che ha fatto anche il suo ex compagno di squadra Javier Zanetti, l’ex fantasista di Parma, Inter e Lazio è tornato a parlare del suo addio, mettendo in conto un eventuale “saluto” finale in pieno stile ortodosso-calcistico.

DICHIARAZIONI VERON Sebastian Veron, Presidente dell’Estudiantes ha dichiarato apertamente ai microfoni di Fox Sports Argentina “Più che una partita di addio voglio fare questa cosa con le squadre con cui ho giocato. Sarebbe stupendo poter ospitare il Manchester United, l’Inter e la Lazio”. Nominato massimo dirigente dell’Estudiantes nell’ottobre scorso, la “Bruja” potrebbe sfruttare al massimo il peso della sua posizione all’interno del club sudamericano per mettere in pratica il suo personalissimo biglietto di addio definitivo a quel mondo pallonaro che non ha mai smesso di amarlo, Juan Sebastian Veron è stato infatti uno dei calciatori che, a cavallo tra gli anni 90 e i primi del duemila, è stato capace di ritagliarsi un’ampia fetta di fan di tutte le età e in tutti, e non solo, i campionati in cui ha finito per militare, lasciando grandissimi ricordi sia nella Serie A italiana (con le maglie di Sampdoria, Parma, Lazio ed infine Inter) così come in Premier League sponda Chelsea e Manchester United.

 

Stefano Mastini