SHARE

klopp

Klopp al Real, Klopp al Bayern, Klopp a Manchester o addirittura Klopp al Napoli. Queste le molteplici ed insistenti voci delle ultime settimane che si sono susseguite alla velocità della luce. Da quando il tecnico di Stoccarda ha dato l’addio ufficiale al Borussia Dortmund ad aprile, si è scatenata almeno secondo i media, una sorta di asta per arrivare a conquistare le sue prestazioni. Oggi però Jurgen Klopp, due giorni dopo aver vissuto l’ultima notte da allenatore del BVB sabato sera nella finale di DFB Pokal persa contro il Wolfsburg, ha chiuso definitivamente anche le porta ad un’altra esperienza in panchina, almeno nell’immediato futuro. Un anno di stop è infatti il tempo designato dal mister teutonico per recuperare energie e motivazioni in vista del futuro, che secondo qualcuno in Germania potrebbe essere proprio sulla panchina dei rivali del Bayern Monaco, a partire dal 2016 quando scadrà il contratto di Guardiola. Klopp ha quindi ha comunicato lui stesso questa difficile decisione, riportata tramite una nota pubblicata dalla SID Agency tedesca dopo l’ultimo summit con il suo agente Marc Kosicke

COMUNICATO – Ecco le parole di arrivederci di Jurgen Klopp: “Dopo sette anni intensi ed emozionanti di vero amoresi apprende – penso che sia una scelta sensata quella di prendersi del tempo per mettere da parte tutti i molti ricordi che porto con me. Soltanto più avanti io e il mio staff abbracceremo una nuova sfida, che sarà fresca e motivante”.

Klopp chiude dunque momentaneamente la sua avventura da allenatore con all’attivo due prestigiosi campionato tedeschi, una DFB Pokal e ben 3 Supercoppe di lega, oltre ad una finale di Champions League persa per un soffio proprio al cospetto del Bayern Monaco. Insomma chi tra un anno farà affidamento sul ‘Mago’, sarà in una botte di ferro.

La domanda è quindi tanto scontata quanto d’obbligo: dove finirà il tecnico migliore della storia recente del Borussia Dortmund? Almeno per 12 mesi questa domanda non avrà una risposta.