SHARE

2261082_w2

Sarà Svezia-Portogallo la finale degli Europei Under 21 2015. A Praga, Eden Stadion, ore 20:45, si affronteranno le due squadre rivelazione del torneo. Finale un po’ a sorpresa, ma meritata per entrambe le rappresentative: le due nazionali provenivano dallo stesso raggruppamento, il girone B, nel quale figurava anche l’Italia. Proprio la nazionale di mister Di Biagio ricorda bene le sue avversarie, che nell’ultima giornata del girone si sono affrontate pareggiando in modo sospetto, eliminando di fatto gli azzurrini dalla competizione europea.

L’ 1-1 tra Svezia e Portogallo ha permesso ad entrambe le squadre di qualificarsi alle fasi finali. Che sia stato “biscotto” o meno, c’è da dire che Portogallo e Svezia sono state fino ad ora le migliori squadre del torneo, con giovani davvero interessanti tra le proprie fila. In semifinale, poi, sono state schiaccianti le vittorie, a palesare una superiorità ormai acquisita dopo le critiche riguardo il passaggio di turno “a braccetto”: il Portogallo ha umiliato con un 5-0 la grande Germania, mentre la Svezia ha sconfitto i cugini danesi con un secco 4-1.

Il Portogallo arriva in finale senza subire sconfitte, forte delle vittorie contro Inghilterra e Germania e i due pareggi con Svezia e Italia. La difesa dei lusitani è un punto di forza, con la sola rete subita in quattro match disputati ed il portiere Josè Sa protagonista assoluto nel suo ruolo. Continuità di rendimento, collettivo, ma anche belle individualità per il Portogallo: Oliveira, Bernardo Silva, Joao Mario e William Carvalho su tutti.

La Svezia è la vera rivelazione del torneo, sorpresa assoluta. Ha tenuto testa a corazzate come Inghilterra ed Italia, ottenendo la seconda posizione nel girone. Data sempre come sfavorita, in partenza, la rappresentativa scandinava ha sorpreso tutti con prestazioni impeccabili, mostrando concretezza, decisione e cattiveria. Squadra più fisica e con meno individualità, certo, ma che sa muoversi bene con e senza palla. Guidetti è l’uomo di punta, Thelin l’ottima spalla, il palermitano Quaison ottimo prospetto.

L’ultimo incontro tra le due nazionali, in una fase finale di Europeo under 21, risale all’edizione 2004, con il Portogallo che vinse 3-2 la finale per il terzo posto. Entrambe le squadre hanno già disputato una finale europea: nel 1992 la Svezia, nel 1994 il Portogallo. Entrambe sconfitte, curiosamente dall’ Italia di Cesare Maldini.

La vendetta è stata già servita, Svezia e Portogallo si  giocheranno la ventesima edizione dell’ Europeo Under 21, entrambe alla ricerca del primo trofeo.

FORMAZIONI UFFICIALI:

Svezia ( 4-4-2): Carlgren; Lindelöf, Milošević, Helander, Augustinsson; Tibbling, Lewicki, Hiljemark, Khalili; Guidetti, Kiese Thelin. Allenatore: Ericson.

Portogallo (4-3-1-2): Sá; Esgaio, Paulo Oliveira, Ilori, R.Guerreriro; William Carvalho, Sérgio Oliveira, João Mário; Bernardo Silva; Cavaleiro, Ricardo. Allenatore: Rui Jorge

Diretta su Rai 2 dalle 20.35 .

SHARE