SHARE

perù-paraguay

Finisce 2-0 Perù-Paraguay, finale per assegnare il terzo posto della Coppa America 2015. L’ultimo atto delle due squadre in Cile vede uscire vincitrice la selezione andina guidata da Ricardo Garega (in panchina da soli 4 mesi), che gioca meglio per tutto l’arco dell’incontro e legittima un torneo disputato alla grande, bissando il terzo posto del 2011. Il Paraguay invece non ha ancora smaltito le pesanti scorie del 6-1 subito in semifinale contro l’Argentina, pagando anche oggi con una prestazione collettiva insufficiente.

LA CHIAVE TATTICA – Le due squadre si sono affrontate a viso aperto solamente nei primissimi minuti dell’incontro, limitandosi per quanto riguarda il primo tempo a centrare la porta con dei tiri da fuori: ci prova Reyna da oltre 20 metri ma Villar dice di no in tuffo e devia in calcio d’angolo. Allo stesso modo anche Oscar Romeo cerca gloria da lontano ma Gallese respinge con i pugni. L’uomo più pericoloso nel complesso è Reyna, che pure nella prima frazione di tempo ci prova dalla distanza, mancando stavolta lo specchio della porta del Paraguay. Quest’ultimo è dato per favorito nel match in virtù della tradizione e dei valori tecnici messi in campo, ma il Perù impone una ottima resistenza senza tra l’altro faticare più di tanto, costringendo i propri avversari a mantenere il baricentro basso, sfondando sulle fasce per favorire anche gli inserimenti in zona centrale a rimorchio.

Il Paraguay di contro ha mantenuto un atteggiamento rinunciatario e di chiusura venendo meno evidentemente per qualche limite fisico in alcuni dei suoi uomini migliori, come Bobadilla e Lucas Barrios. Nella ripresa il Perù entra in campo con maggiore determinazione e subito trova il gol con una giocata vincente di Andre Carrillo, rischiando qualche istante dopo anche di trovare il 2-0 su due pericolose percussioni dalla sinistra. Il Paraguay mischia le carte tra il 57′ ed il 64′ effettuando tre sostituzioni che non generano però l’effetto sperato. Anzi è il Perù a sfiorare il 2-0 con una grande azione sulla sinistra di Carrillo conclusa con un colpo di testa alto di poco di Guerrero: il centravanti peruviano però riesce ad andare a segno all’89’ con un tocco ravvicinato di prima intenzione. Per il Perù è medaglia di bronzo e vittoria meritata.

I PROTAGONISTI – I migliori in campo sono stati Carrillo, Reyna ed Ascues. Il primo ha offerto una prestazione generosa di qualità e corsa, coronando i propri sforzi con il primo gol. Reyna è stato il giocatore tra i 22 in campo a crederci di più nel primo tempo sparando due fucilate verso la porta del Paraguay. Ascues si è distinto per sagacia tattica e buoni interventi difensivi e certamente è riuscito ad attirare gli occhi di qualche osservatore. Nel Paraguay male i più attesi Ortigoza, Bobadilla e Barrios, incapaci di fornire la spinta agonistica anche quando la selezione biancorossoblu era chiamata a rimontare.

LA GIOCATA – Non poteva segnare che uno dei migliori in campo: Andre Carrillo al 3′ del secondo tempo irrompe su un pallone respinto in maniera difettosa dalla difesa paraguayana (Bobadilla nella circostanza) sugli sviluppi di un corner: molto bravo il giocatore dello Sporting Lisbona a trovare l’equilibrio giusto colpendo la sfera al volo da posizione centrale nella lunetta, Villar è bucato di contrabbalzo nell’angolino basso alla propria sinistra.

IL MOMENTO – Clamorosa palla gol per il Paraguay al 67′: Ramos e Benitez intervengono in scivolata su un pallone in piena area peruviana: il paraguayano tocca sporco trovando la base del palo dalla breve distanza, con la sfortuna a negare il pari agli uomini di Ramon Diaz alla loro prima, vera occasione del match.

 

PERU’-PARAGUAY 2-0 TABELLINO E PAGELLE

PERU’ (4-2-3-1): Gallese 6; Advincula 6.5, Ramos 6, Ascues 6.5, Vargas 6.5; Ballon 6, Lobaton 5.5 (58′ Yotun 6); Reyna 7 (83′ J. Sanchez sv), Cueva 6, Carrillo 7 (91′ Hurtado sv); Guerrero 6.5
A disp.: Penny, Libman, Cespedes, Riojas, Requena, Retamoso, Farfan, C. Pizarro
All. Gareca 7

PARAGUAY (4-2-3-1): Villar 6.5; M. Caceres 6, Da Silva 6, Aguilar 5.5, Samudio 5.5; Ortigoza 5 (64′ Ortiz 5.5), V. Caceres 5 (58′ Aranda 5); Martinez 5 (57′ Benitez 6), Bobadilla 5, Romero 5; Barrios 5
A disp.: Silva, Aguilar, B. Valdez, Piris, Molinas, D. Gonzalez, Balbuena, R. Santa Cruz
All. Ramon Diaz 5

MARCATORI: 48′ Carrillo, 89′ Guerrero

AMMONITI: Samudio (PA), Yotun, J. Sanchez (PE)