SHARE

ld williams

DERON AI MAVS – Quando i Mavericks hanno chiamato per riempire la slot di playmaker titolare, Deron Williams non ha potuto resistere. Dopo una carriera tra Utah, dove da solo portava la squadra ai playoff senza grandi risultati, e Brooklyn dove il progetto è miseramente fallito, D-Will riparte da Dallas per provare un’ultima volta la rincorsa al titolo. Dopo lo smacco di DeAndre (che ha chiesto scusa a Cuban e Mavs tramite Twitter), Dallas si consola con l’ex All Star e nazionale americano, che anche lo scorso anno ha dimostrato di essere un talento fuori dal comunce quando è in serata di grazia. Deron firmerà un biennale con Dallas da 10 milioni di dollari, ma per separarsi dai Nets ha trovato anche un accordo sul buy-out: invece dei 43 milioni previsti in 5 anni, ne riceverà solo 27.

STAT RIPARTE DA MIAMI – Una carriera da prima scelta assoluta che nei primi anni era più che giustificata. Amar’e Stoudemire con la maglia di Phoenix dominava su tutti i parquet Nba, con l’aiuto di Steve Nash che lo portava ad altissimi livelli. Medie spaventose le sue, che nonostante peccava di qualche centimetro, teneva testa ai centri più grossi, grazie anche ad un tiro da lontano molto efficace. I Suns spettacolari di Mike D’Antoni si sfaldano nel tempo e Stat passa ai Knicks. Prima stagione spettacolare per l’ala forte, che diventa idolo delle folle newyorchesi. Il secondo anno la dirigenza Knicks decide di affiancargli Carmelo Anthony, per formare una coppia formidabile, ma i risultati sperati non arrivano. I due, soprattutto l’ex Denver, giocano molto con la palla in mano e Stat riesce a dare il meglio di sè solo quando Melo è infortunato. Questo, e una serie di infortuni infinita, hanno portato Stoudemire a essere un giocatore da 19 milioni e 10 minuti a partita. Lo scorso anno ha lasciato New York per Dallas dove però non ha lasciato il segno. Ora riparte da Miami, senza pressioni, senza contratto pesante, a fare da riserva a Chris Bosh inseguendo un titolo che ancora gli manca.

ALTRE NEWS – Austin Rivers continuerà ad essere allenato dal padre. I Clippers infatti hanno ormai trovato l’accordo con il play diglio di Doc. Dopo aver convinto DeAndre, Coach Rivers potrà contare anche cu Cole Aldrich, pronto a firmare un biennale. Caron Butler ai aggiunge alla lunga lista di neo acquisti dei Kings. Per lui biennale da 3 milioni di dollari. Gli Spurs allungano ulteriormente la panchina cn gli arrivi di Jonathan Simmons (al minimo salariale) e Boban Marjanovic, che firmerà un contratto pluriennale. I Pelicans chiudono con Alonzo Gee per un biennale da 2.75 milioni e con Luke Babbitt per due anni a 2.5 milioni. I Knicks confermano Lance Thomas che firmerà un anno a 1.6 milioni.